Peflox

05 aprile 2020

Peflox




Peflox è un farmaco a base di pefloxacina mesilato, appartenente al gruppo terapeutico Antibatterici chinolonici. E' commercializzato in Italia da Grunenthal Italia S.r.l..


Confezioni e formulazioni di Peflox (pefloxacina mesilato) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Peflox (pefloxacina mesilato) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Peflox (pefloxacina mesilato) e perchè si usa


PEFLOX è indicato per il trattamento delle infezioni delle vie urinarie e delle vie respiratorie sostenute da germi sensibili alla pefloxacina.



Come usare Peflox (pefloxacina mesilato): posologia, dosi e modo d'uso


L'uso del prodotto è riservato al trattamento di pazienti adulti.

La pefloxacina è attiva alla posologia giornaliera di 800 mg:

Per ottenere più rapidamente elevate concentrazioni ematiche, è possibile impiegare una prima dose di attacco di 800 mg.

Somministrazione orale: possono essere adottati i seguenti schemi terapeutici: 2 compresse, una al mattino e una alla sera, ai pasti; oppure 2 compresse insieme, come dose d'attacco per ottenere più rapidamente elevate concentrazioni ematiche, seguite da 1 compressa ogni 12 ore.

In particolare, nella cistite non complicata della donna e nell'uretrite gonococcica dell'uomo 2 compresse sole in un'unica somministrazione durante un pasto.

Insufficienza epatica grave o riduzione del flusso ematico del fegato: si consiglia di utilizzare la forma iniettabile per un migliore adattamento della posologia quotidiana caso per caso, aumentando l'intervallo tra le singole somministrazioni. In particolare viene suggerita una dose di 8 mg/kg infusi per via endovenosa in un'ora:

  • 2 volte al giorno in assenza di ittero e ascite
  • 1 volta al giorno in caso di ittero
  • ogni 36 ore in presenza di ascite
  • ogni 48 ore in presenza sia di ascite sia di ittero.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Peflox (pefloxacina mesilato)


Pefloxacina è controindicata:

  • nei bambini o negli adolescenti durante la fase di crescita (a causa del rischio di insorgenza di gravi artropatie, soprattutto alle grandi articolazioni)
  • nei pazienti con insufficienza di glucosio 6-fosfato deidrogenasi
  • in presenza di ipersensibilità alla pefloxacina o ad uno qualsiasi degli eccipienti (vedere paragrafo 6.1) o ad altri chinoloni
  • nei pazienti con precedenti per lesioni ai tendini indotte da chinoloni (vedere paragrafi 4.4 e 4.8)
  • durante la gravidanza e durante l'allattamento.



Peflox (pefloxacina mesilato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Vi sono dati limitati sull'uso di pefloxacina in donne in gravidanza. Gli studi sull'animale non hanno evidenziato effetti diretti o indiretti pericolosi di tossicità riproduttiva (vedere paragrafo 5.3). In bambini trattati con chinoloni sono stati osservati danni alle articolazioni, ma non sono stati segnalati casi di patologie articolari secondarie all'esposizione in utero.

A scopo cautelativo, è preferibile evitare l'uso di pefloxacina in gravidanza.

Allattamento

Pefloxacina è escreta nel latte materno in quantità considerevole (75% della concentrazione sierica).

Per il potenziale rischio di danni articolari, si deve interrompere l'allattamento con latte materno durante il trattamento con pefloxacina.

Fertilità

A dosi sovra-terapeutiche, pefloxacina, somministrata per via orale, provoca deterioramento della spermatogenesi nei ratti e nei cani. Tuttavia, si è vista l'assenza di effetti sulla performance riproduttiva (accoppiamento e fertilità) nei ratti. Non vi sono dati sulla fertilità umana.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube