Prilium 75 mg os flacone polvere 30 ml + siringa 2 ml

04 marzo 2021
Prodotti veterinari - Scheda Prilium

Prilium 75 mg os flacone polvere 30 ml + siringa 2 ml


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

TITOLARE:

Vetoquinol SA

CONCESSIONARIO:

Vétoquinol Italia S.r.l.

MARCHIO

Prilium

CONFEZIONE

75 mg os flacone polvere 30 ml + siringa 2 ml

FORMA FARMACEUTICA
soluzione

PRINCIPIO ATTIVO
imidapril cloridrato

GRUPPO TERAPEUTICO
ACE inibitori

RICETTA
ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
30,40 €

CONFEZIONI DI PRILIUM DISPONIBILI IN COMMERCIO

INDICAZIONI

A cosa serve Prilium 75 mg os flacone polvere 30 ml + siringa 2 ml

nei cani: trattamento dell'insufficienza cardiaca, da moderata a grave, causata da rigurgito mitralico o da cardiomiopatia dilatativa.

MODO D'USO

Come si usa Prilium 75 mg os flacone polvere 30 ml + siringa 2 ml

la dose raccomandata di imidapril è di 0,25 mg/kg una volta al giorno per via orale, pari a 0,1 ml/kg di Prilium 75 mg nei cani con peso corporeo superiore a 2 kg (1 ml/10 kg). Il prodotto può essere somministrato direttamente nel cavo orale dell'animale a stomaco vuoto o durante il pasto oppure con l'alimento.
Rimuovere il sigillo e il tappo del flacone contenente la polvere, riempire con acqua potabile fino alla tacca (30 ml); applicare il tappo di sicurezza ed avvitare fino in fondo. Svitare il tappo di sicurezza, introdurre la siringa graduata all'interno dell'applicatore, capovolgere e misurare la quantità da somministrare mediante la siringa graduata in kg di peso vivo e in ml di prodotto. Dopo aver somministrato il prodotto, riavvitare il tappo di sicurezza, sciacquare la siringa con acqua. Conservare il flacone in frigorifero.

AVVERTENZE

precauzioni speciali per l'utilizzo negli animali: l'uso di ACE-inibitori nei cani affetti da ipovolemia/disidratazione può causare grave ipotensione. In questi casi, si dovrebbe provvedere immediatamente a ristabilire il bilancio idro-elettrolitico e sospendere il trattamento fino a quando le condizioni del paziente non siano ritornate nella norma. La funzionalità renale dovrebbe essere monitorata controllando i parametri renali all'inizio del trattamento e, in seguito, ad intervalli di tempo regolari.


Data ultimo aggiornamento: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa