Vetmulin 125 mg/ml soluzione orale tanica da 5 litri

25 novembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Vetmulin 125 mg/ml

Vetmulin 125 mg/ml soluzione orale tanica da 5 litri



TITOLARE:

Huvepharma NV

MARCHIO

Vetmulin 125 mg/ml

CONFEZIONE

soluzione orale tanica da 5 litri

FORMA FARMACEUTICA
soluzione

ALTRE CONFEZIONI DI VETMULIN 125 MG/ML DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
tiamulina idrogeno fumarato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antibiotici

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

PREZZO
140,00 €

INDICAZIONI

A cosa serve Vetmulin 125 mg/ml soluzione orale tanica da 5 litri

suini: trattamento della dissenteria suina causata da Brachyspira hyodysenteriae suscettibile alla tiamulina. La presenza della malattia nella mandria deve essere stabilita prima di utilizzare il prodotto. Trattamento della Spirochaetosi Suina Enterica (colite) causata da Brachyspira pilosicoli suscettibili alla tiamulina. La presenza della malattia nella mandria deve essere stabilita prima di utilizzare il prodotto. Trattamento dell'enteropatia proliferativa suina (ileite) causata da Lawsonia intracellularis suscettibile alla tiamulina. La presenza della malattia nella mandria deve essere stabilita prima di utilizzare il prodotto. Trattamento e metafilassi della polmonite enzootica causata da Mycoplasma hyopneumoniae, comprese le infezioni complicate da Pasteurella multocida sensibili alla tiamulina. La presenza della malattia nella mandria deve essere stabilita prima di utilizzare il prodotto. Galline Ovaiole: trattamento e metafilassi delle malattie croniche respiratorie causate da Mycoplasma gallisepticum e Airsacculitis e sinovite infettiva causate da Mycoplasma synoviae sensibili alla tiamulina. La presenza della malattia nel gruppo deve essere stabilita prima di utilizzare il prodotto.

MODO D'USO

Come si usa Vetmulin 125 mg/ml soluzione orale tanica da 5 litri

da somministrare nell'acqua da bere. Istruzioni per la preparazione dell'acqua medicata: Per assicurare un dosaggio corretto, il peso vivo deve essere determinato nel modo più accurato possibile, al fine di evitare il sottodosaggio. Le dosi richieste devono essere misurate utilizzando apparecchi di pesatura adeguatamente calibrati. L'acqua medicata va cambiata ogni 24 ore. L'assunzione di quantitativi conformi di acqua da bere va garantita assicurando la presenza di dispositivi di abbeveraggio sufficienti. L'assunzione di acqua medicata dipende dalle condizioni cliniche degli animali. Per ottenere il dosaggio corretto, la concentrazione di tiamulina deve essere regolata come segue:
.....ml di prodotto per kg di peso vivo al giorno X Peso vivo medio (kg) : Assunzione d'acqua (l/animale/giorno) = .... ml di prodotto per litro d'acqua da bere.
Utilizzare adeguati strumenti di misura commercialmente disponibili per misurare il quantitativo di prodotto necessario. Per la preparazione di acqua medicata utilizzare solo contenitori puliti. Per garantire una omogeneità della soluzione, mescolare l'acqua medicata con il prodotto per almeno 1 minuto. Quando si medicano grandi volumi d'acqua, preparare prima una soluzione concentrata e poi diluire alla concentrazione finale richiesta. La massima solubilità del prodotto è di 200 ml/L. L'acqua da bere medicata deve essere preparata fresca o rinnovato ogni giorno. Al fine di evitare interazioni tra gli ionofori e la tiamulina, il veterinario e l'allevatore devono verificare che l'etichetta del mangime non dichiari che contiene salinomicina, monensina e narasina. Per polli, al fine di evitare interazioni tra gli ionofori incompatibili monensin, narasin e salinomicina e tiamulina, il mangimificio che rifornisce i mangimi deve essere informato che la tiamulina sarà utilizzata e che questi anticoccidi non devono essere inclusi nel mangime o contaminare lo stesso. Se si sospetta che possa essersi verificata una contaminazione del mangime testare il mangime per la presenza di ionofori prima dell'uso. Se si verifica un'interazione, interrompere immediatamente la somministrazione di tiamulina e sostituirla con acqua fresca da bere. Rimuovere i mangimi contaminati il più presto possibile e sostituirli con mangimi che non contengono ionofori incompatibili con la tiamulina.
Suini: per il trattamento della dissenteria suina causata da Brachyspira hyodysenteriae: Il dosaggio è 8,8 mg di tiamulina idrogeno fumarato (equivalente a 7 ml di prodotto)/100 kg di peso corporeo somministrato giornalmente nell'acqua da bere dei suini per 3-5 giorni consecutivi a seconda della gravità dell'infezione e / o della durata della malattia. Per il trattamento della Spirochaetosi Enterica (Colite) dei suini causata da Brachyspira pilosicoli:Il dosaggio è di 8,8 mg di tiamulina idrogeno fumarato (equivalente a 7 ml di prodotto)/100 kg di peso corporeo somministrato giornalmente nell'acqua da bere dei suini per 3-5 giorni consecutivi a seconda della gravità dell'infezione e / o della durata della malattia. Per il trattamento dell'enteropatia proliferativa suina (ileite) causata da Lawsonia intracellularis: Il dosaggio è di 8,8 mg di tiamulina idrogeno fumarato (equivalente a 7 ml di prodotto)/100 kg di peso corporeo somministrato giornalmente nell'acqua da bere dei suini per 5 giorni consecutivi.
Polli (Galline ovaiole): per il trattamento e la metafilassi delle malattie respiratorie croniche causate da Mycoplasma gallisepticum e Airsacculitis e sinovite infettiva causate da Mycoplasma synoviae. Il dosaggio è di 25 mg di tiamulina idrogeno fumarato (equivalente a 20 ml di prodotto)/100 kg di peso corporeo somministrato giornalmente per il periodo da 3 a 5 giorni consecutivi. Per il trattamento e la metafilassi della polmonite enzootica causata da Mycoplasma hyopneumoniae, comprese le infezioni complicate da Pasteurella multocida suscettibili alla tiamulina.Il dosaggio è di 20 mg di tiamulina idrogeno fumarato (equivalente a 16 ml di prodotto)/100 kg di peso corporeo somministrato giornalmente per 5 giorni consecutivi.

AVVERTENZE

i suini con un ridotto consumo di acqua e / o in uno stato debilitato devono essere trattati per via parenterale. L'assunzione di acqua può essere ridotta durante la somministrazione di tiamulina negli uccelli. Ciò sembra essere concentrazione-dipendente; nei una concentrazione di 500 mg di tiamulina idrogeno fumarato (equivalente a 4ml di prodotto) in 4 litri di acqua determina una riduzione della assunzione di circa il 10%; una concentrazione e 500 mg di tiamulina idrogeno fumarato (equivalente a 4 ml di prodotto) in 2 litri di acqua determina una riduzione della assunzione del 15%. Questo non sembra avere alcun effetto negativo sulle prestazioni generali degli uccelli o sull'efficacia del medicinale veterinario, ma l'assunzione di acqua deve essere monitorata a intervalli frequenti, specialmente quando fa caldo.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: l'uso del prodotto deve essere basato su test di sensibilità dei batteri isolati dall'animale. Se ciò non fosse possibile, la terapia deve essere basata su informazioni epidemiologiche locali (regionali, a livello di azienda agricola) sulla suscettibilità dei batteri bersaglio.Un impiego del prodotto non conforme alle istruzioni fornite nel riassunto delle caratteristiche del prodotto può aumentare la prevalenza di batteri resistenti alla tiamulina.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa