Visumidriatic

18 gennaio 2021

Visumidriatic


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Visumidriatic (tropicamide)


Visumidriatic è un farmaco a base di tropicamide, appartenente al gruppo terapeutico Midriatici e cicloplegici. E' commercializzato in Italia da Visufarma S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Visumidriatic disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Visumidriatic disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Visumidriatic e perchè si usa


Midriasi per esame del fondo oculare. Diagnosi dei vizi di refrazione, cheratiti, iriti, iridocicliti, uveiti. Sostituisce in tutti i casi l'atropina.

Indicazioni: come usare Visumidriatic, posologia, dosi e modo d'uso


Per la refrazione:

Adulti:1 goccia di Visumidriatic 10 mg/ml nell'occhio. Ripetere la somministrazione dopo 5 minuti.

Bambini:1 goccia di Visumidriatic 5 mg/ml o 10 mg/ml nell'occhio. Ripetere la somministrazione dopo 5 minuti. La tropicamide è risultata inadeguata per la ciclopegia nei bambini. In tali casi può essere necessario l'utilizzo di un agente più potente, come l'atropina.

Nei bambini piccoli non utilizzare VISUMIDRIATIC in concentrazione superiore allo 5 mg/ml (vedere paragrafo: 4.4 “ Avvertenze speciali e precauzioni per l'uso “, 4.8 “ Effetti indesiderati“ e 4.9 “Sovradosaggio“).

Per l'esame del fundus:

1 o 2 gocce di Visumidriatic 5 mg/ml 15-20 minuti prima dell'esame.

Comprimere con le dita il sacco lacrimale per 1 minuto dopo l'instillazione per evitare un eccessivo assorbimento sistemico.

Avvertire i pazienti di lavarsi le mani prima e dopo la somministrazione.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Visumidriatic


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti, o verso altre sostanze chimiche strettamente correlate.

Controindicato in pazienti con glaucoma ad angolo stretto o chiuso.

Generalmente controindicato in gravidanza e allattamento (v. par. 4.6).

Visumidriatic può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


I possibili effetti del farmaco durante la gravidanza e l'allattamento non sono stati studiati né nell'uomo né nell'animale. Nelle donne in stato di gravidanza o durante l'allattamento il farmaco va somministrato in caso di necessità sotto il diretto controllo del medico.

Quali sono gli effetti indesiderati di Visumidriatic


Effetti oculari.

L'effetto indesiderato più comune è una irritazione transitoria della congiuntiva. Si possono inoltre avere: offuscamento della visione; fotofobia; lieve aumento della pressione oculare; attacchi glaucomatosi in pazienti predisposti; reazioni di ipersensibilità.

Effetti sistemici.

I sintomi di tossicità sistemica sono poco comuni in seguito ad instillazione di tropicamide alle dosi consigliate. Sono stati tuttavia riportati casi di reazioni e di collasso cardiorespiratorio. In seguito ad instillazione oculare, gli antimuscarinici possono causare, specie nei bambini e negli anziani, gli effetti tossici sistemici propri di questa classe di farmaci: secchezza delle fauci, sete, tachicardia, collasso cardiorespiratorio, disturbi del tratto gastrointestinale ed urinario, mal di testa, effetti centrali atropinici

Si possono anche verificare reazioni allergiche.

Popolazione pediatrica:

La tropicamide può causare disturbi del sistema nervoso centrale, potenzialmente pericolosi nei neonati e nei bambini (vedere paragrafo 4.4 Avvertenze speciali e precauzioni di impiego). Con l'uso di farmaci cicloplegici è stato osservato un aumento del rischio di tossicità sistemica nei neonati, in bambini nati molto piccoli o prematuri o in bambini affetti da sindrome di Down, da paralisi spastica o da danno cerebrale (vedere paragrafo 4.4 Avvertenze speciali e precauzioni di impiego).

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo https://www.aifa.gov.it/web/guest/content/segnalazioni-reazioni-avverse.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa