La nefrolitiasi (o calcolosi renale)

22 febbraio 2021

La nefrolitiasi (o calcolosi renale)


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

Cos'è la nefrolitiasi


La nefrolitiasi, più comunemente detta calcolosi renale, è una patologia caratterizzata da un deposito di cristallini (calcoli) di ossalato di calcio (i più comuni), fosfato di calcio e acido urico e fosfato di ammonio e magnesio.

Cause


La causa principale è dovuta ad un'eccessiva escrezione di calcio ed ossalato che se associata ad una scarsa idratazione, porta ad uno sbilanciamento idrico salino, con la formazione del calcolo. Altre componenti eziologiche sono la predisposizione genetica, un pH urinario acido, infezioni ricorrenti da Proteus alle vie urinarie e dieta inadeguata, spesso ricca di vegetali a foglia verde, frutta secca, cioccolato, tè e alimenti ricchi di proteine animali.

Sintomi e diagnosi

La sintomatologia spesso inizia con un dolore intenso al fianco destro che si può irradiare nell'uomo sino ai testicoli e nella donna sino alle grandi labbra. E' riferita inoltre nausea, disuria e pollachiuria.La diagnosi si basa sulla rilevazione anamnestica e l'esame urinario delle 24 ore, un'ecografia potrebbe essere utile nella rilevazione di calcoli radiotrasparenti, ed infine esami di routine per eventuale diagnosi differenziale (Ca renale, trauma lombare, colica biliare, pancreatite e pielonefrite).

Terapia

La terapia è per lo più analgesica associata ad una forte assunzione di liquidi, almeno 3 litri al giorno per favorirne l'espulsione. Per calcoli di grosse dimensioni si richiede il day hospital per urolitomia o litomia al laser.

Domande essenziali

  1. Dove ha dolore?
  2. Ha dolore anche quando urina?
  3. E' la prima volta che avverte questo tipo di dolore?
  4. Anamnesi remota positiva per nefrolitiasi?

Fonte: Farmacista33

Tags:

Patologie e sintomi:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa