#coronavirus: no a disinfettanti fai-da-te, usare alcol denaturato

26 febbraio 2020

Indicazioni e comportamenti

#coronavirus: no a disinfettanti fai-da-te, usare alcol denaturato


Tra le regole diffuse dal Ministero della Salute per limitare la diffusione del nuovo coronavirus, c'è anche il lavaggio delle mani, che ha lo scopo di garantire un'adeguata pulizia e igiene delle mani attraverso una azione meccanica.

Per l'igiene delle mani è sufficiente il comune sapone. In assenza di acqua si può ricorrere ai cosiddetti igienizzanti per le mani (hand sanitizers), a base alcolica, ma non sono necessari se sono disponibili acqua e sapone.


Lavarsi correttamente le mani


Si ricorda che una corretta igiene delle mani richiede che si dedichi a questa operazione non meno di 40-60 secondi se si è optato per il lavaggio con acqua e sapone e non meno di 30-40 secondi se invece si è optato per l'uso di igienizzanti a base alcolica. Questi ultimi sono in questo particolare momento difficilmente reperibili e sul web, sui siti di e-commerce, si trovano i prodotti venduti a costi molto più cari del normale.

Gel e disinfettanti: evitare miscele casalinghe


«I gel disinfettanti sono di difficile reperimento, anche per i farmacisti» spiega Andrea Braguti, farmacista Presidente Federfarma Lecco «ma non sono indispensabili. Ricordo che secondo le indicazioni ministeriali, il lavaggio delle mani con acqua e sapone è sufficiente, se effettuato correttamente. Se necessario disinfettare le mani si può utilizzare una piccola quantità di alcol denaturato, per intenderci quello con il colorante rosa, o i disinfettanti e le salviettine usati si solito per le piccole ferite». Sconsigliato invece, la preparazione casalinga di miscele di ingredienti diversi, come si trova sui social o online.

I farmacisti si stanno anche organizzando per preparare questi gel nei laboratori di galenica delle farmacie: «I laboratori delle farmacie di comunità e di quelle ospedaliere sono in grado di allestire questi prodotti» ha spiegato Paola Minghetti, docente dell'Università degli Studi di Milano, presidente della Società Italiana Farmacisti Preparatori. «Si tratta di mettere a punto un protocollo sulla base della Farmacopea, così da garantire il rispetto delle buone pratiche e la costanza di caratteristiche e qualità del prodotto».

Per il lavaggio delle mani, valgono le regole di igiene: in questo casi maggiore attenzione va prestata se si soggiorna in zone affollate, se si viene in contatto con persone con sintomi influenzali; se si tossisce o starnutisce, per evitare di infettare

Si ricorda che i gel vanno usati quando le mani sono asciutte, altrimenti non sono efficaci. Inoltre se si usano frequentemente possono provocare secchezza della cute. In commercio esistono presidi medico-chirurgici e biocidi autorizzati con azione battericida, ma bisogna fare attenzione a non abusarne, perché l'uso prolungato potrebbe favorire nei batteri lo sviluppo di resistenze nei confronti di questi prodotti, aumentando il rischio di infezioni.


Farmacista sempre disponibile al consiglio

In questa circostanza, come in altre situazioni di emergenza, le farmacie di comunità restano aperte, anche nelle zone colpite, e i cittadini possono contare sui 100.000 farmacisti italiani: «In Lombardia abbiamo inviato a tutti i farmacisti le indicazioni necessarie sia per operare in sicurezza, sia per affrontare eventuali casi sospetti e per informare e orientare il pubblico, il tutto sulla base delle indicazioni del Ministero della salute, dell'Istituto Superiore di Sanità e delle autorità regionali» ha spiegato Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani.

Infine sulla mancanza di mascherine, sottolinea Mandelli: «l'uso delle mascherine non ripara dal contagio chi è sano, bastano le misure di igiene ed evitare i contatti ravvicinati, come per l'influenza, mentre sono necessarie a chi è già malato, di qualsiasi malattia respiratoria, per evitare di diffondere i patogeni».



Speciale Coronavirus:


Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube