Antidepressivi o iperico

01 dicembre 2004

Antidepressivi o iperico




Domanda del 17 novembre 2004

Antidepressivi o iperico


Gentili dottori, sto assumendo zoloft da 1 mese, per curare attacchi di panico e di Ansia . Ho letto però tra i vari effetti collaterali di zoloft, alopecia. E' un caso che a voi risulta?
E poi cosa ne pensate dell'utilizzo dell'iperico come antidepressivo in sostituzione di zoloft in casi di patologie simili alla mia? Può risultare idoneo?
Grazie
Risposta del 20 novembre 2004

Risposta di:
Dott.ssa GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Non prenda rimedi omeopatici senza essere seguita da un buon omeopata unicista.
I rimedi sono efficaci, ma è richiesto anche che una persona lavori un po' su di sé. Dipende da quali sono i suoi obbiettivi.
Cordialità.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)

Risposta del 01 dicembre 2004

Risposta di:
Dott. DOMENICO ROMEO


La sertralina (principio attivo dello zoloft) è un farmaco inibitore della ricaptazione della serotonina, che in parole povere aumenta il livello di serotonina.
L'iperico (che non è un prodotto omeopatico) ha un meccanismo "simile" alla sertralina, ma molto blando per cui non è efficace nel disturbo di panico.
L'iperico può essere utile solo nelle forme depressive minori (lievi).
Per quanto riguarda l'alopecia è un effetto collaterale rarissimo e in persone predisposte di sesso maschile.




Dott. Domenico Romeo
Specialista attività privata
GUIDONIA MONTECELIO (RM)

Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Potrebbe interessarti
Sclerosi multipla: sondaggio e docufilm ne svelano l’impatto
Mente e cervello
24 ottobre 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: sondaggio e docufilm ne svelano l’impatto
Italiani e alcol: una ricerca mette in guardia sui rischi per la salute
Mente e cervello
23 ottobre 2018
Notizie e aggiornamenti
Italiani e alcol: una ricerca mette in guardia sui rischi per la salute