Ascesso cerebrale

17 ottobre 2006

Ascesso cerebrale




13 ottobre 2006

Ascesso cerebrale

Da quattro mesi combattiamo questo ascesso.
mio papà il 16 giuno viene colpito da questo ascesso in pratica si è creata una pallina di pus all' intrno del cervello sinisto, viene ricoverato in neurochirurgia portato in sala operatoria viene aspirato il pus e operato all' orecchio medio dove si era creato il focolare di batteri asportanto un pezzettino di osso da esami si scopre che il battere è uno strafilococco stellarius dopo viene trasferito in malattie infettive per debbellare il battere. a tutt' oggi mio padre è ricoverato in una clinica per riabilitazione continuanto a prendere antibiotici, l'ultima risonanza magnetica accerta che l'ascesso si è incapsulato riducendosi a 2, 5 cm.
la domanda è questa perche mio papà per qualche mese dopo lintervento aveva avuto una leggera ripresa fisica e invece nell' ultimo mese non risponte più alle normali funzioni. esiste un controllo per vedere se i danni causati al cervello sono irrimediabili
grazie anticipatamente

Risposta del 17 ottobre 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


E' difficile rispondere alla Sua domanda senza valutare il caso. Sappia che gli ascessi cerebrali sono molto difficili da curare.
Cordiali saluti ed auguri

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Domande e risposte sui disturbi dell'umore
17 febbraio 2020
Notizie e aggiornamenti
Domande e risposte sui disturbi dell'umore
Disturbi dell'umore
13 febbraio 2020
Patologie mediche
Disturbi dell'umore
Vittime del web: stressati da facebook
13 febbraio 2020
Notizie e aggiornamenti
Vittime del web: stressati da facebook
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube