Compatibilità hla x trapianto rene da vivente

16 novembre 2014

Compatibilità hla x trapianto rene da vivente




08 novembre 2014

Compatibilità hla x trapianto rene da vivente

Buongiorno. 60 anni, due di emodialisi (ADPKD). Coniuge offre rene x trapianto. Cross match negativo (bene!) controllo degli Hla rileva che solo uno e uguale. (Dimenticavo: siamo isogruppo AB0).
Chirurgo dice che trapianto e fattibile. Ma un SOLO HLA uguale non è un pó poco? Come sono le statistiche di rigetto a questo riguardo? Non vorrei privare il coniuge di un rene troppo facilmente rigettabile (pur avendo avuto ampi chiarimenti sui controlli al donatore, e il fatto che anche successivamente i controlli lo terranno meglio della media. . )


Risposta del 16 novembre 2014

Risposta a cura di:
Dott. NICOLA GIOTTA


I risultati ottenuti nel trapianto da vivente sono oggigiorno ottimi anche a lungo termine. I motivi sono tanti e tra questi il minor tempo di'Ischemia ', cioè il tempo che il rene passa fuori dall'organismo e la possibilità di poter programmare l'intervento. E'importante conoscere prima del trapianto oltre al gruppo sanguigno, anche l'Hla ed il Pra. Per l'Hla e'importante conoscere quali loci sono compatibili, poiché hanno una valenza differente: il DR ha importanza maggiore rispetto a B ed A. E'importante che vi sia almeno 1 DR compatibile.
Comunque le terapie usate nel posttrapianto riescono a'modulare'molto bene la risposta immunitaria del ricevente, tanto da permettere una lunga sopravvivenza del rene anche dopo molti anni pur in presenza di una compatibilità'risicata '.
Saluti

Dott. Nicola Giotta
Medico Ospedaliero
Specialista in Nefrologia
Asti (AT)

Ultime risposte di Rene e vie urinarie


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube