Diagnosi esofagite

23 aprile 2012

Diagnosi esofagite




17 aprile 2012

Diagnosi esofagite

Gent. Mi buongiorno,
nel mese di dicembre mi e' stata diagnosticata una esofagite in seguito ad una EGDS, che ho cominciato a trattare con esomeprazolo 40 uno/die per 20 giorni e poi 20 mg per altri 30 giorni, per poi sospendere (errore?!)
Dopo qualche giorno ho ripreso la terapia per recrudescenza dei sintomi che a tutt'oggi resistono e cioe' dolore retrosternale anche a riposo, tosse che tratto con sedativi, senso di corpo estraneo in faringe ma non ho MAI avuto acidita' o bruciore
la dieta e' adeguata non bevo e non fumo
chiedo se tutto cio' e compatibile con la diagnosi di dicembre
ringrazio e porgo cordiali saluti

Risposta del 23 aprile 2012

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Sì, è compatibile con la diagnosi di malattia da reflusso e le consiglio di proseguire la terapia, con 20 mg se è sufficiente, altrimenti con 40 mg, anche per molti mesi

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa