Dimagrimento e sangue/muco nelle feci

03 marzo 2016

Dimagrimento e sangue/muco nelle feci


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


02 marzo 2016

Dimagrimento e sangue/muco nelle feci

Buongiorno. Ormai da un po'di mesi accuso diversi problemi in tutto il corpo. Facendo ricerche su internet prevedono tutti mali diciamo poco simpatici e non so proprio cosa pensare! Vi spiego. . . da settembre ho cominciato a subire un forte dimagrimento che a ottobre/novembre mi ha portato a vedere circa una quindicina di chili in meno sulla bilancia e tutt'ora, seppur in maniera meno veloce e drastica, questa diminuzione di peso continua. A questo si affiancavano dolori sotto lo stomaco. Mi sentivo debole e abbastanza stanco. Andai dal medico che, dopo una prima diagnosi telefonica in cui diceva che potevo soffrire di Anoressia nervosa, mi liquidò in pochi minuti di visita senza controllo ma solo spiegando i sintomi che avevo. Mi prescrisse esami del sangue e delle feci. Effettuai gli esami del sangue e venne fuori che i valori erano tutto sommato nella norma, tendevano però o verso il valore minimo o quello massimo. Mi fermai e non andai avanti con quelli delle feci. Poche settimane dopo, a inizio dicembre, andai al bagno per defecare cosa che non accadde in quanto uscì parecchio muco misto sangue abbastanza scuro. Non si verificarono più episodi analoghi per cui abbandonai di nuovo gli esami. Il dimagrimento come dicevo però continua, la stanchezza aumenta tanto che non riesco a svegliarmi la mattina o, per esempio dal dentista o sui mezzi pubblici, mi addormento molto facilemente data la stanchezza. La pressione è perennemente bassa e mi affatico facilmente (a lavoro, camminando, facendo le scale ). La scorsa settimana andai a defecare e uscii di nuovo muco e sangue. Decido di effettuare i famosi esami. Comincio con la raccolta delle feci e mi accorgo che queste sono perennemente impregnate miste muco e sangue scuro e alcuni "pezzi" di feci presentano striature di sangue anch'esso scuro. Cosa potrebbe realmente essere? Avere un'idea generale dal momento che il medico non si esprime. Cosa mi consigliate di fare? Grazie mille in anticipo!

Risposta del 03 marzo 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Credo che sia venuto il momento di eseguire una colonscopia, per controllare se esiste un'eventuale infiammazione della mucosa intestinale (cioè una vera colite ), che andrebbe curata con farmaci specifici.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
La stipsi nel paziente cronico
Stomaco e intestino
30 marzo 2021
Sintomi
La stipsi nel paziente cronico
Infezioni correlate all’assistenza, al via la campagna #ALLEAMICI
Stomaco e intestino
22 dicembre 2020
Notizie e aggiornamenti
Infezioni correlate all’assistenza, al via la campagna #ALLEAMICI