Dislipidemia

02 dicembre 2006

Dislipidemia




29 novembre 2006

Dislipidemia

donna di 72aa in buona salute, osteoporosi in cura con alendronato. Da tantissimo ipercolesterolemia con ldl elevate, hdl e trigliceridi nella norma. No sovrappeso, no fumo, famigliarità x mal CV (madre con IMA). Anni fa sospensione trattamento con cerivastatina per importanti dolori e tumefazione coscia sx, risoltasi alla sospensione del farmaco. Nel 98 doppler TSA nella norma, nel 2005 subocclusione carotide int del 30%, recentemente del 40/50% (stesso operatore all'eco). . . Ritentare con QUALE statina? e con quali accorgimenti? Attualmente CPK nella norma. Grazie

Risposta del 02 dicembre 2006

Risposta a cura di:
Dott. TONINO GRASSO


Forse sarebbe meglio provare con i fibrati. Saluti.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)

Risposta del 02 dicembre 2006

Risposta a cura di:
Dott. RAFFAELE CANALI


Le maggiori evidenze di diminuzione di eventi cardiovascolari(legati principalmente alla dislipidemia)si hanno con le statine, e precisamente con pravastatina, simvastatina, atorvastatina. Data l'eta'e i precedenti effetti collaterali da cerivastatina(ritirata dal commercio), prudenzialmente inizierei con prava 20 mg, per poi passare a40 se tollerata.
Se questa non porta a risutati, simvastatina e poi atorvastatina, iniziando sempre dai dosaggi piu' bassi. Ovviamente
attenzione alla comparsa di dolori muscolari e all'elevazione importante dei valori di cpk.

Dott. Raffaele Canali
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio
DESIO (MI)

Ultime risposte di Malattie infettive

Tags:


Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa