Dolore avambraccio sinistro e stomaco

26 gennaio 2015

Dolore avambraccio sinistro e stomaco




19 gennaio 2015

Dolore avambraccio sinistro e stomaco

Egregio Dottore,
sono passati diversi mesi da quanto ho scritto l’ultima volta, più o meno 8.
Da un paio di giorni provo un fastidio all’avambraccio sinistro dalla parte superiore del gomito fino alle mani. Più che dolore è un fastidio ad intermittenza. Connessa a questo fastidio è ricomparso il sintomo del gonfiore addominale con senso di pienezza e un poco di nausea, quando mi alzo dalla sedia anche giramenti di testa.
Circa 9 mesi fa, ebbi un attacco di panico ( così definito dopo i vari esami effettuati ), effettuai l’ecg e non riportò nessuna anomalia, lo stesso per quanto riguarda l’elettrocardio, gli ormoni tiroidei e il doppler alle vie carotidee. Ho effettuato un secondo elettrocardio con spirometria e prova da sforzo circa due mesi fa, per l’idoneità sportiva al gioco del calcio e alla corsa, anch’esso con nessun esito negativo. Al momento, nonostante sia in sovrappeso ( 98 kg per 1. 78 … sono dimagrito già 24 km ) pratico corsa ( ieri mattina 16 kg misti ) e palestra ( cardio e un poco di massa ), la pressione arteriosa si aggira da un massimale di 135/85 ad un minimo di 120/78; il battito cardiaco è un poco basso, si attesta sui 52/56 a riposo durante la giornata ( ossia mentre studio, se sto in poltrona, se sto in ufficio ) arrivando fino ai 44 battiti quando mi metto a letto.
Ho preso per 6/7 mesi il levopraid, ora, da circa 2 mesi non lo prendo più.
Secondo lei, questo fastidio all’avambraccio con l’annesso fastidio allo stomaco deriva da qualche problema cardiaco oppure è solo un poco di ansia che ritorna e mi scatena il panico?
Ah, dimenticavo, essendo donatore avis da 8 anni circa, ho donato 2 mesi fa, i risultati degli esami, neanche a dirlo, tutti positivi.
Grazie mille

Risposta del 26 gennaio 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Ha eseguito tutti gli esami possibili che escludono che lei abbia una malattia di cuore. Quindi viva tranquillo e continui pure a fare attività fisica.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Fegato




Vedi anche:
Ultimi articoli
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato
07 dicembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato
Tumore del fegato
03 ottobre 2019
Patologie mediche
Tumore del fegato
Cirrosi: attenzione all’abuso di alcol
23 agosto 2019
Patologie mediche
Cirrosi: attenzione all’abuso di alcol
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube