Dolori addominali

06 marzo 2018

Dolori addominali




01 marzo 2018

Dolori addominali

Salve, mi chiamo Nicoletta e ho 53 anni, qualche mese fa avevo un fastidio alla gola, sono andata dall'otorino che ha escluso problemi alla gola diagnosticando un problema di reflusso. In effetti avevo anche senso di pesantezza allo stomaco, eruttazioni frequenti e senso di pienezza epigastrica che sono continuati mentre la gola andava decisamente meglio. In aggiunta sono iniziati dolori allo stomaco e fastidio a tutta la fascia addominale sotto le costole. Ho eseguito ecografia addominale che non ha evidenziato nulla se non una grande quantità di aria in tutta la cavità addominale. Sto prendendo degli integratori naturali per aiutare la digestione e per il meteorismo ma la situazione non sembra migliorare. Sono stata da un gastroenterologo che ha imputato questi sintomi a stati di ansia e stress. Il secondo gastroenterologo interpellato mi ha consigliato degli esami per il controllo della lipasi, amilasi, ves, pcr, alfa 1 glicoproteina acida, ferro, ferritina, calprotectina fecale, breath test, anti transglutaminasi lga. Ha confermato una pancia molto movimentata. Non ho fatto la gastroscopia. Io sono effettivamente una persona con problemi di ansia ma ridurre tutto a questo mi sembra un po' limitante. Mi sento meglio solo quando sono a riposo sdraiata. Inoltre le feci nell'ultimo periodo sono sempre molto molto morbide e di colore marroncino chiaro. Questi sintomi mi stanno creando un senso di angoscia profonda e leggendo qcs su internet mi sono molto spaventata. Potrei avere un vostro parere? Grazie, un cordiale saluto. Nicoletta

Risposta del 06 marzo 2018

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Ha fatto molti esami, alcuni dei quali - secondo me - superflui, e non ha fatto l' unico che può far fare una diagnosi corretta e cioè la gastroscopia. Anche riguardo alla terapia, poichè vi è una situazione di reflusso e poichè le terapie " naturali " non hanno avuto successo, credo che sia venuto il momento di iniziare una terapia farmacologica idonea, che però deve essere prescritta dal suo medico.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube