Esito rmn

23 giugno 2014

Esito rmn




19 giugno 2014

Esito rmn

Gentili dottori, da ormai quasi un mese soffro di dolore al ginocchio sinistro, accentuato scendendo le scale e che mi rende impossibile alcuni movimenti, per esempio tenere la gamba tesa girando il piede verso l'interno. A riposo nessun dolore che però compare al tatto, con articolazione a riposo, toccando nell'" incavo" della rotula centralmente ed esternamente. Ho eseguito RMN, questo l'esito:
Sequenze FFE T1 sagittale e coronale T2 SPIR sagittale, FFE T2* assiale.
L'indagine non mostra alterazioni del segnale a carico midollare ossea delle strutture scheletriche esaminate.
Normale il tendine rotuleo e quadricipitale.
Normali i legamenti collaterali ed i legamenti crociati.
Non segni di lesioni fratturative a carico dei menischi.
Minimo versamento articolare nel recesso sottoquadricipitale e nella gola intercondiloidea.
Normali le cartilagini femoro-tibiali e femoro-rotulee.

Alla luce degli esiti, che da ignorante mi sembrano positivi (temevo per i menischi ), c'è un versamento ma non c'è una causa. . in cosa può essere ricercata quest'ultima? Voglio specificare che pratico arti marziali e le articolazioni delle ginocchia sono spesso sottoposte a stress.
Come posso risolvere questo versamento? Possibile che sia l'unica causa di questo persistente dolore?
Grazie per l'attenzione!
Buona giornata,

C.

Risposta del 20 giugno 2014

Risposta a cura di:
Dott. PASQUALE PRISCO


gentile paziente,
la RMN, e non il referto, va esaminata dal medico che ha effettuato la prescrizione dopo un esame clinico.
Rifacendomi al solo referto, le posso dire che è tutto nella norma: quel minimo versamento è fisiologico. Non è certo la causa del fastidio.
Sarebbe utile invece conoscere l'inizio del dolore e le modalità della comparsa.
Dalla sua lettera si può pensare ad un danno a carico di un legamento alare.
Saluti

Dott. Pasquale Prisco
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Torre Annunziata (NA)
Risposta del 21 giugno 2014

Risposta a cura di:
Dott. NICOLA MANTA


Spesso la sintomatologia da Lei accusata può essere determinata da una sofferenza infiammatoria della cartilagine femoro rotulea, il danno può non essere visibile alla RMN nelle fasi iniziali ovviamente la conferma viene dalla valutazione clinica
Cordialmente

Dott. Nicola Manta
Casa di cura convenzionata
Casa di cura privata
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Ortopedia e traumatologia
MILANO (MI)
Risposta del 21 giugno 2014

Risposta a cura di:
Dott. CESARE CHEMELLO


Data la descrizione alquanto dettaglia, per prima cosa non mi preoccuperei ma effettuereu degli accorgimenti. Il problema riguarda lo scorrimento della rotula su un binario chiamato troclea che non avviene in maniera simmetrica a causa di un assimetrico sviluppo della muscolatura della coscia. probabilmente l'attività sportiva che pratichi sovraccarica in maniera diversa i muscoli della coscia, questo associato ai traumi ha infiammato la cartilagine della rotula che fortunamente non presenta lesioni. Il trattamento di prima istanza prevede degli esercizi atti a regolare la muscolatura della coscia che puoì imparare da un fisioterapista e che vanno ripetuti ogni giorno per almeno 4-5 mesi sono dopo questi mesi dovresti iniziare a sentire beneficio. Puoi associare delle applicazioni antalgiche e degli integratori per la cartilagine.
Cordiali Saluti

cesare chemello
Medico Ospedaliero
Specialista convenzionato
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Risposta del 23 giugno 2014

Risposta a cura di:
Dott. PATRIZIO CAMPOFIORITO


La sintomatologia sembra riferibile a una meniscopatia: Consiglia evitare stress al ginocchio per 1 settimana sospendendo le arti marziali e tenendo il ginocchio flesso: Utile visita ortopedica.

Dott. Patrizio Campofiorito
Specialista attività privata
Specialista in Fisiatria
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Roma (RM)

Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni


Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube