Esofagite di grado c

30 gennaio 2017

Esofagite di grado c




27 gennaio 2017

Esofagite di grado c

buona sera. Mi è stata diagnosticata una esofagite di grado C con ernia iatale di scivolamento e problemi di riflusso gastroesofageo. Dopo 5 anni di cura con esomeprazolo 40mg mi è stato spiegato che nuovi studi dicono di non usare a lungo questo tipo di terapia. Quindi mi è stato cambiato con GAVISCON. che mi ha messo KO. dolore in tutta la zona superiore allo stomaco, spossatezza, nausea, tutti i sintomi del riflusso. Dopo 3 giorni non migliorando i sintomi ho ripreso una compressa di 20mg di pantoprazolo che avevo in casa. Sto molto meglio, ma mi è rimasto un forte problema nella deglutizione di cibi solidi e come se avessi una stenosi a metà esofago, che viene sforzata al passaggio del cibo. Può essere cosi, o e semplicemente un rimasuglio dell'esofagite infiammata? ringrazio per quello che mi potrete dire.

Risposta del 30 gennaio 2017

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Sì, sembra che il suo esofago sia sempre infiammato. In realtà lei ha preso quel farmaco, ed un periodo troppo lungo. Esistono altri farmaci che riducono la produzione di acido (per es. la ranitidna ). Però devono essere prescritti dal suo medico.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio

Tags:


Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa