Febbre da reflusso biliare

25 marzo 2008

Febbre da reflusso biliare




21 marzo 2008

Febbre da reflusso biliare

Gent_mo dottore, mio nonno è stato sottoposto a sfinterotomia della papilla qualche anno fa per problemi alle vie biliari. Purtroppo, dopo l'intervento gli episodi febbrili, per altro già presenti, sono aumentati di intensità e frequenza a causa del reflusso biliare, arrivando ad una cadenza anche settimanale. Successivamente è stato sottoposto a colicistectomia, ma la situazione non è affatto migliorata. E' costretto ad imbottirsi di antibiotici per queste continue febbri settiche, che lo stanno prostrando. Cosa si può fare? E poi: il fatto che la febbre d'estate sia meno frequente ha qualcosa a che fare con una maggiore attività fisica? La ringrazio. Maura

Risposta del 25 marzo 2008

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Se la sfinterotomia è stata eseguita correttamente, di solito lo sresso flusso regolare della bile dovrebbe impedire la risalita di germi dal duodeno verso le vie biliari. Probabilmente suo nonno non produce sufficienti anticorpi. In questo caso non rimane che attuare periodiche terapie antibiotiche, meglio se mirate, dopo avere eseguito una coltura della bile, con antibiogramma. Il motivo per cui in estate la febbre è minore, non è spiegabile scientificamente.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa