Formicolio agli arti

06 settembre 2004

Formicolio agli arti




01 settembre 2004

Formicolio agli arti

è da alcuni giorni che ho un fastidioso formicolio alla punta delle dita (inparticolare gli indici). da cosa può essere dovuto? non assumo nessun farmaco e non ho cambiato stile di vita negli ultimi tempi - grazie

Risposta del 04 settembre 2004

Risposta a cura di:
Dott. FEDERICO SIMONCINI


Possibilie comparsa della sindrome del tunnel carpale, dovuta alla compressione del nervo mediano nel canale del carpo. Sarebbe opportuno conoscere il tipo di attività lavorativa e, se il quadro clinico corrispondesse al sospetto, praticare una terapia locale di tipo infiltrativo. Essendo molto recente la comparsa dei sintomi, non ritengo utile, per il momento, l' esame elettromiografico che normalmente si esegue.
Stiamo a vedere che cosa succede: potrebbe anche essere solo una nevrite temporanea.

Dott. Federico Simoncini
Specialista attività privata

Risposta del 06 settembre 2004

Risposta a cura di:
Dott. RENZO BASSI


Partirei dalla ipotesi più comune: potrebbe trattarsi molto semplicemente di sindrome del tunnel carpale.
Serve fare un esame elettromiografico con una visita neurologica.
E' bene presentarsi alla visita con tutti gli esami del sangue eseguiti e i documenti sanitari in possesso

cordialità

Dott. Renzo Bassi
Medico Ospedaliero

Risposta del 06 settembre 2004

Risposta a cura di:
Dott. GIORGIO LECCESE


Soprattutto se questo formicolio si manifesta durante la notte o al mattino presto, oppure in particolari occasioni (guida prolungata, lunghe telefonate, buste della spesa pesanti, ecc. ), potrebbe trattarsi di una Sindrome del tunnel carpale. Il sesso femminile e la sua età sono caratteristici per questa malattia, che è in assoluto la più frequente patologia riscontrata dai chirurghi della mano (come me!). Le sconsiglio le infiltrazioni locali di cortisone sul nervo mediano, in quanto sono descritte, sia pur raramente, gravi complicanze, come "fibrosi intra-neurali". Quando la sintomatologia diventa costante (tutti i giorni o quasi) e dura da almeno alcune settimane, in presenza o anche in assenza di dolore (il dolore è un sintomo accessorio che non è indice di gravità della malattia), l'unica terapia veramente efficace e risolutiva è l'intervento chirurgico, che si effettua in anestesia locale, ha una durata di circa 4 minuti e le consente una immediata mobilizzazione delle dita (la forza di presa si riduce per almeno due settimane!).
Spero di essere stato esauriente.
Cordiali saluti.

Dott. Giorgio Leccese
Pubblica amministrazione
Forze armate
Specialista attività privata
Taranto

Ultime risposte di Malattie infettive




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa