Intolleranza alimentare

04 ottobre 2004

Intolleranza alimentare




17 agosto 2004

Intolleranza alimentare

Gentile dottore
sono qui a scriverLe poichè sono ora molto preoccupata e titubante, per quanto riguarda la salute di mio figlio.
ora le spiego:
mio figlio Ethan ha due anni e proprio il 21 luglio gli abbiamo fatto fare degli esami del sangue dallo studio still osteopathic clinics di bergamo, per intolleranza alimentare.
il risultato è stato il seguente:
IGG SPECIFICHE:
UOVA ++ 11. 9 MG/L VALORE DA NON SUPERARE 5
ALFALACTALBUMINE - 7. 44 MG/L """""""""""""""""""""""" 5
FRUMENTO ++ 18. 6 MG/L """"""""""""""""""""""" 5
CASEINA + 5. 32 MG/L """""""""""""""""""""" 5
GLIADINA ++ 15. 3 MG/L """""""""""""""""""""" 5
Il pediatra di mio figlio, allarmato, come me, mi ha fatto fare un controesame, questa volta effettuato al CDI di milano.
Gli esami del sangue, compreso anche anticorpi anti-transglutaminasi, sono stati fatti il giorno 3 agosto 2004.
Il risultato è il seguente:
IGE SPECIFICHE METODO IMMUNOENZIMAT. :
UOVA 0. 10 KU/L CLASSE 0 NEGATIVO
ALFALACTALBUMINE 0. 10 KU/L CLASSE 0 NEGATIVO
GLUTINE 0. 10 KU/L CLASSE 0 NEGATIVO
ANTI TRANS-GLUTAMINASI IGA 0. 43 VALORE DI RIFERIMENTO 0. 00 - 8. 00 METODO EIA
Ora non so cosa fare.
A distanza di quasi 10 giorni in uno studio mio figlio compare positivo alle intolleranze, e nell'altro compare totalmente negativo.
E' possibile ciò o sicuramente quancuno ha completamente sbagliato ???????
Sulla pelle di mio figlio ????
Le chiedo gentilmente di pormi una risposta se per lei possibile.
Le lascio il mio indirizzo e-mail e numero di telefono
grazie sin da ora da una mamma disperata !!!!!.
Elena

Risposta del 28 settembre 2004

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MARIA TRAINA


Gentile Signora,
il metodo seguito dai Colleghi del CDI di Milano è senz'altro l'unico internazionalmente riconosciuto per evidenziare la presenza di IgE specifiche ematiche per qualsivolglia allergene. anche l'esame condotto pr la Celiachia mi pare assolutamente attendibile. Pertanto, in assenza di sintomatologia clinica, escluderei qualunque patologia.
Distintamente

Dott. Giovanni Maria Traina
Medico Ospedaliero
AGRIGENTO (AG)

Risposta del 04 ottobre 2004

Risposta a cura di:
Dott. SILVERIO GAETANO GIAMBRA


E vista la tanta confusione e la disperazione dichiarata da questa mamma rispondo solo per dire che concordo col collega Dott. Traina.
Cordialmente

Dott. Silverio Gaetano Giambra
Pediatra convenzionato

Ultime risposte di Infanzia




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa