Linfociti alti neutrofili bassi trigliceridi bassi

10 agosto 2015

Linfociti alti neutrofili bassi trigliceridi bassi


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


05 agosto 2015

Linfociti alti neutrofili bassi trigliceridi bassi

Un mese fa facendo delle analisi del sangue di routine, mio marito è risultato affetto da Epatite B. L'esame HBsAg è stato poi ripetuto ed ha confermato presenza.
Mi sono recata sabato 01 agosto ad effettuare la donazione del sangue ed ho riscontrato:
linfociti alti, neutrofili bassi, trigliceridi 29 (valori di riferimento 40-170 ), antigene di superficie virus Epatite B negativo.
Posso quindi escludere quindi di aver contratto l'Epatite B? Come mai i valori di linfociti, neutrofili e trigliceridi non sono nella norma? Da cosa potrebbe essere dovuto?
Specifico anche che ultimamente soffro di stanchezza, poca forza agli arti superiori, dolori agli arti inferiori, capogiri, nausea. . . questi sintomi, però ;, li ho fin'ora associati all'ernia cervicale che mi sta dando parecchi problemi da un annetto a questa parte. . .

Risposta del 10 agosto 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


La megatività dell'antigene di superficie escluderebbe che lei abbia l'Epatite B. Ma sarebbe meglio controllare tutti i " markers " relativi a questo virus. Sull'emocromo non posso esprimermi se non mi dice i valori esatti. Il valore basso dei trigliceridi non è patologico, anzi è favorevole.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Fegato

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Fegato sotto attacco virale
Fegato
02 agosto 2020
Notizie e aggiornamenti
Fegato sotto attacco virale
Qual è il tuo rapporto con le bevande alcoliche?
Fegato
27 luglio 2020
Quiz e test della salute
Qual è il tuo rapporto con le bevande alcoliche?
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato
Fegato
07 dicembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato