Malattia di lyme

20 giugno 2020

Malattia di lyme




11 giugno 2020

Malattia di lyme

Buonasera, a mia figlia è stato diagnosticato "sospetto diagnosticato di eritema multiplo da malattia di Lyme in fase acuta disseminata". Siamo in attesa di esito sierologico per Borrellia burgdorferi. Ha immediatamente iniziato la terapia di amoxicillina, 12 ml ogni 8 ore per 3 settimane. La terapia è iniziata a circa un mese dalla data sospetta in cui mia figlia avrebbe potuto contrarre il morso di zecca (passeggiata nel bosco). La mia domanda e preoccupazione è se la malattia è stata curata in tempo e se la terapia in atto è sufficiente per la completa guarigione. Premetto che mia figlia non ha avuto altri sintomi oltre gli eritemi e che dopo 2 giorni dall'inizio dell'antibiotico gli eritemi sono quasi tutti scomparsi e quelli ancora persistenti sono molto lievi. Al termine della terapia cosa bisognerebbe fare per capire se la malattia è passata? C'è da effettuare qualche esame particolare per accertare la guarigione o l'assenza dei sintomi caratteristici della malattia è sufficiente? Grazie mille per la disponibilità. Cordiali saluti.

Risposta del 20 giugno 2020

Risposta a cura di:
Dott.ssa ANGELA IEVA


La diagnosi della malattia di Lyme si basa sul riscontro delle Ig M che compaiono fra la 3^ e la 6^ settimana e le Ig G che compaiono dopo 6-8 settimane dal morso l a terapia antibiotica che state eseguendo va bene. Va solo monitorato l'andamento delle IgG per capire quando ha acquisito la memoria della malattia. Non lascia conseguenze. .

ANGELA IEVA
Medicina generale convenz.
Specialista in Pediatria

Ultime risposte di Infanzia

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube