Mononucleosi?

16 giugno 2005

Mononucleosi?




07 giugno 2005

Mononucleosi?

Salve, a metà FEBBRAIO il mio ragazzo (22 anni) è andato dal medico di famiglia per un mal di gola che gli impediva perfino di parlare; gli ha fatto fare il test per la mononucleosi che è risultato negativo e quindi gli è stato prescritto un antibiotico che non ha sortito praticamente nessun effetto se non dei puntini rossi in quasi tutto il corpo meno che sul viso (esentema, se non vado errata); il medico di famiglia lo ha mandato dall'otorinolaringoiatra che in seguito ad altre analisi del sangue gli ha diagnosticato la mononucleosi. Io non ho avuto nulla, ho fatto normali analisi del sangue (APRILE) e la ves era perfetta, il mio dottore mi ha detto che se ce l'avessi avuta me ne sarei accorta e che poi comunque la ves si sarebbe alzata e che avrebbe impiegato un pò per tornare nella norma. Egli ha aggiunto anche che il test per la Epstein-Barr può risultarenegativo fino al 10 giorno circa dall'inizio della malattia. Ora la questione è: secondo lei era mononucleosi? E se sì come ha fatto a prenderla? Significa che ha baciato un'altra? So che anche i bambini la contraggono. Sinceramente per adesso non penso che mi abbia tradito per tutta una serie di motivi. Dica lei. E mi dica anche le probabilità. Le sono molto grata per il suo aiuto. Premetto che ULTIMAMENTE ha ricordato che verso la fine dell'anno-inizi 2005 alla mensa della sua università la nuova gestione ha messo i bicchieri sporchi al posto di quelli puliti e quindi si è ritrovato a bere dal bicchiere di un altro; si è accorto quando ha visto che la sua poca acqua nel bicchiere era arancione (perché diluita con dell'aranciata di qualcun'altro; poi non ci si sbaglia perché l'aranciata della mensa è fosforescente quindi si vede bene). Non penso sia una scusa perché non gli sono stata assolutamente addosso, né prima né ora e questo episodio me lo ha raccontato da poco. Un'ultima cosa: il suo dottore -di famiglia- insieme alle analisi di base gli ha fatto fare anche il test hiv e tutta una serie di test (epatite, ecc). Precisando che lui è un ragazzo timido e dà l'idea di tutto meno che di un tipo agitato (che fa uso di droghe, sessualmente promiscuo, ecc. ) non le sembra eccessivo? Voglio dire, per un piccolo sfogo di pelle spaventare così una persona. Se mi desse il suo parere anche su questa cosa mi farebbe una cortesia. Ancora grazie.

Risposta del 16 giugno 2005

Risposta a cura di:
Dott. ALESSANDRO ROMANO


non mi preoccuperei di ipotesi ed altro. eventualmente ripeterei il test per la Mononucleosi e per quanto riqurda l'esantema come lei giustamente lo ha classificato, può essere una reazione allergica all'antibiotico usato. se il test risulta negativo dopo una diecina di giorni è tutto a posto, spero anche con le piu' pessimistiche ipotesi adombrate. Saluti

Dott. alessandro romano
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia maxillo facciale
Specialista in Odontoiatria
ROMA (RM)



Ultime risposte di Malattie infettive

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Covid-19 e scuola, meno infezioni con obbligo di mascherina
Malattie infettive
12 ottobre 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19 e scuola, meno infezioni con obbligo di mascherina
Long Covid per più tempo in chi ha più sintomi
Malattie infettive
11 ottobre 2021
Speciale Coronavirus
Long Covid per più tempo in chi ha più sintomi
Covid-19, Gabutti (Siti): vaccino è l'arma di prevenzione più efficace
Malattie infettive
08 ottobre 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, Gabutti (Siti): vaccino è l'arma di prevenzione più efficace