Morbillo o qualcos'altro?

21 gennaio 2009

Morbillo o qualcos'altro?




18 gennaio 2009

Morbillo o qualcos'altro?

Salve, la mia ragazza (Femmina, 22 anni, 56Kg, 168 cm), il 7 Gennaio(2009) ha cominciato a tossire e ad avere dei forti dolori sotto le ascelle (passati dopo 3-4gg); il 9 siamo andati in farmacia dove, sotto consiglio del farmacista, abbiamo preso uno sciroppo (Bisolvol), dopo circa 5 gg la tosse non è andata via e gli è iniziata la febbre (37. 5-38. 5°); il 15 siamo andati dal medico curante che dopo averla visitata dice che la tosse è dovuta a delle placche in gola e che con il Bisolvol si è peggiorata la situazione. Ci da così un antibiotico (Augmentin) e ci dice che se la febbre andava troppo su, doveva prendere una bustina di Oki. il 16 facciamo la cura ma la situazione non cambia e la sera mi accorgo che gli sono spuntate delle macchie rossastre sulla fronte, e la febbre è a 39. 1°. il 17 mattino mi accorgo le macchie sono diventate molto più grosse, si sono unite, e hanno pervaso completamente il corpo ad esclusione di braccia e gambe, dove le macchie sono di color chiaro e più diradate. La porto al pronto soccorso e le dicono che deve essere stata una reazione allergica ai 2 farmaci insieme Augumentin-Oki(poichè presi singolarmente in precedenza non avevano dato mai alcun fastidio). La imbottiscono di cortisone, le fanno 1 o 2 flebo per far andare via il farmaco e la tengono in osservazione. Cambiato il turno del medico che l'aveva prese in cura, il medico nuovo, dopo aver visto, che le ingenti dosi di cortisone non avevano fatto nulla(le macchie li erano e li sono rimaste) ha sospettato del Morbillo o di Mononuclesi che facendo reazione con l'Augmentin(prescritto dal medico curante per le placche) aveva fatto aumentare le macchie enormemente. il 18 notte intorno all'una la lasciano andar via con un <<<SOSPETTO MORBILLO>>>. Le dicono che deve continuare la cura con l'Augmentin per far andar via le placche e che per il SOSPETTO morbillo bastava stare a letto un po' di giorni. Alle 15. 00 dello stesso giorno ci accorgiamo che respira male e che dopo un piccolo sforzo, come alzarsi in piedi, le viene subito un affanno fortissimo; le fasi di inspirazione ed espirazione sono brevissime. Alle 16. 00 chiamamo un'ambulanza che arriva alle 16. 15 e la porta via. Ora sono qui a scriverle. _____________ Quello che io le voglio chiedere è: - è così difficile stabilire se è allergia ai farmaci, se è morbillo, o se è mononucleosi? - è così difficile fare un test dal prelievo che le hanno fatto appena entrata la prima volta al pronto soccorso? non so se li mi risponderà prima che alla mia ragazza venga diagnosticato qualcosa. In ogni caso mi farebbe piacere sentire un suo parere/consiglio. Giu inserisco i dati della mia ragazza. Grazie

Risposta del 21 gennaio 2009

Risposta a cura di:
Dott. TONINO GRASSO


"il 18 notte intorno all'una la lasciano andar via. . . "
Forse la chiave per rispondere ai suoi interrogativi è in questa frase, che potrebbe significare che è stata la sua ragazza a chiedere di andare via, mentre un ricovero o un prolungamento del tempo di osservazione avrebbe consentito di effettuare quelle indagini che lei lamente non sono state fatte. Ovviamente è solo un'ipotesi in attesa di conferma.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)



Ultime risposte di Malattie infettive

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Covid-19, la terza dose è efficace e protegge
Malattie infettive
22 ottobre 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, la terza dose è efficace e protegge
Covid-19 e scuola, meno infezioni con obbligo di mascherina
Malattie infettive
12 ottobre 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19 e scuola, meno infezioni con obbligo di mascherina