Ovaie policistiche

03 settembre 2004

Ovaie policistiche




31 agosto 2004

Ovaie policistiche

Gent. Mo Dottore, nel corso di una ecografia dell'addome fatta lo scorso gennaio per una colica renale, mi furono diagnosticati un calcolo al rene sinistro e microcisti alle ovaie. Ho sottovalutato entrambi i problemi non riuscendo tuttora ad espellere il calcolo e convivendo con il mio ciclo irregolare. Oggi, dopo un primo tentativo fallito di rimanere incinta, mi chiedevo quanto possa incidere la sindrome da ovaio policistico sul mio desiderio di maternità. Preciso che ho già una bambina di 2 anni e mezzo il cui concepimento è avvenuto al primo rapporto senza precauzioni, per cui non ho mai pensato di avere problemi in tal senso. So che probabilmente sto creandomi dell'ansia inutile, ma vorrei che mi dicesse se sia il caso di curare la sindrome prima di un ulteriore "delusione". Grazie.

Risposta del 03 settembre 2004

Risposta a cura di:
Dott.ssa CRISTINA PASSADORE


Carissima signora mi complimento per la fortuna che ha avuto nel concepire il suo primo figlio al primo rapporto senza precauzioni! Di solito ci si impiega qualche tentativo in piu' per cui non mi preoccuperei se ora la seconda gravidanza "tarda" un pochino ad arrivare. Anche alla luce del fatto che lei ha 2 anni e mezzo in piu' rispetto alla sua prima gravidanza e con l'avanzare degli anni in una donna si riduce il numero dei cicli ovulatori risultando un po' piu' difficile azzeccare l'ovulo fertile. Certo in alcune donne l'ovaio micropolicistico puo' dare qualche problema nel concepimento ma non e' certo il suo caso. Tanti auguri.

Dott. Ssa Cristina Passadore
MILANO (MI)

Ultime risposte di Salute femminile




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa