Problema odontoiatrico

21 marzo 2006

Problema odontoiatrico




19 marzo 2006

Problema odontoiatrico

Gen. Le professore,
le scrivo per una domanda che può sembrare banale ma per me comunque importante. Ho sempre avuto problemi riguardo alla mia dentizione (denti grandi per la mia cavità orale, troppo stretti, tante Carie, apparecchio per alcuni anni, etc. ). Ultimamente dopo essere stata in cura presso diversi dentisti, sono seguita da uno nuovo nella speranza che mi aiuti a risolvere una Carie curata forse male che mi ha procurato un'infiammazione gengivale e una parte della "polpa" dentaria (come l'ha chiamata lui) che sta morendo. Mi ha rimosso quindi la precedente otturazione per eseguire una medicazione e disinfiammare per un pò la gengiva in attesa di vedere se devitalizzarlo o meno. Fin qui tutto bene, ma io mi chiedo e Le chiedo, è possibile che con la dovuta anestesia si possa sentire un male davvero terribile solo in alcuni punti, forse quelli più profondi o cosiddetti "morti"? A me in tutti questi anni non era mai capitato e ho sempre pensato che l'anestesia servisse proprio a non far sentire il minimo fastidio. . . Sa, stavolta vorrei tutelarmi in anticipo. . . Grazie per una sua risposta,

Risposta del 21 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


Purtroppo, quando l'infiammazione della polpa è elevata, l'anestesia non funziona, per l'edema, non raggiunge i punti necessari per funzionare. Infatti ha eseguito una medicazione, procedendo a una terapia per ridurre l'edema.
saluti

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
MASSA (MS)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube