Problemi intestinali preoccupanti

01 dicembre 2015

Problemi intestinali preoccupanti




27 novembre 2015

Problemi intestinali preoccupanti

Buongiorno a tutti, sono un ragazzo di 18 anni e volevo esporvi una situazione clinica che mi sta davvero preoccupando. 5 mesi fa dopo una giornata di puro divertimento ma stressante ho avuto delle scariche diarroiche e da lí in poi feci dure e caprine per 3 mesi. Finito in pronto soccorso con esami del sangue ok, eco addome nella norma se non una idronefrosi sinistra, esame delle feci negativo, radiografia tutto ok. Il che mi ha rassicurato e mi hanno diagnosticato colon irritabile, considerata anche la mia giovane età (sono uno sportivo, peso forma, e a parer mio dieta sempre sana ). Da 2 settimane pero se non piú ho cominciato pero ad aver un senso di ripienezza all'esofago e il dottore visitandomi ha riscontrato un dolore nell'ipocondrio destro sottoponendomi ad ecografia che dovrò fare tra poco. Il dolore sembra aumentato e in particolare si manifesta alla mattina costringendomi ad andar in bagno con feci non formate e maleodoranti (nella carta igienica sembrano rosacee e l carta igienica mostra un colorito marrone chiaro). Mangiando o bevendo qualcosa i sintomi diminuiscono (stranamente) e si accentuano a stomaco vuoto. Sento inoltre notevoli movimenti intestinali. Quando avevo mostrato i primi sintomi ero dimagrito ma ora ho recuperato chili. Io ho molta paura nonostante la mia età ;, ho sempre condotto una vita sana se non con qualche stress emotivo cheho sempre avuto dentro ma che non mi aveva mai dato problemi, in piú sono sempre stato predisposto a influenze intestinali e mai nulla di più ;. Devo preoccuparmi?

Risposta del 01 dicembre 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Nella descrizione dei suoi disturbi non vedo proprio nulla di preoccupante. Penso di essere d' accordo con l' ipotesi diagnostica del suo medico, cioè con un colon irritabile. La cura di questa situazione non è uguale per tutti, proprio perché i sintomi sono molto vari e possono interessare non solo il colon, ma anche lo stomaco e l' esofago ( come risulta dall' elenco dei suoi disturbi ). La cura, però, gliela può dare solo il suo medico.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:
Ultimi articoli
Colite ulcerosa
14 aprile 2020
Patologie mediche
Colite ulcerosa
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube