Prostatite

04 febbraio 2021

Prostatite


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


21 gennaio 2021

Prostatite

Gentili Dottori, ho 44 anni e 4 anni fa ho avuto una colica renale. Da qualche anno soffro di una fastidiosa prostatite che curo ma ritorna sempre. Il mio Urologo ha riscontrato anche una stenosi uretrale. Dalla flussometria si nota anche il non completo svuotamento della vescica dopo la minzione. La prostatite mi provoca difficoltà di erezione e mantenimento, eiaculazione precoce, urgenza minzionale a anche doloretti uretrali. Attualmemento sto terminando una cura antibiotica consistente in: Levoxacin 500 per 25gg+1 mese di Fluimucil+xatral ogni sera+telefil 10mg ogni 3gg+fermenti. Domani è l'ultimo giorno di antibiotico, ma io non mi sento completamente ristabilito, ho sempre urgenza minzionale, meno dell0inizio della cura, ma c'è ed ho come un bruciore uretrale. L'ultima cura con antibiotico fu a marzo 2019. Ho piena fiducia nel mio Urologo, la prossima visita sarà a marzo, ma secondo Voi è possibile che dopo 25gg di Levoxacin io abbia ancora urgenza minzionale? Per me è terribile pensare questa cosa, mi sembra che non ne esco mai neanche dopo terapie pesanti come questa. Non ho mai eseguito spermiogramma, sarebbe consigliabile a questo punto? L'esame del PSA totale fatto appena prima di questa cura era assolutamente nei valori nella scala più bassa, avevo appena finito una terapia non antibiotica con Pantarei, Xatral, e fermenti lattici. Ps: Xatral lo prendo in cronico. Non fumo da 10 anni, pratico attività fisica regolare (palestra). Attendo Vs. parere e ringrazio vivamente.

Risposta del 04 febbraio 2021

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI BERETTA


Gentile lettore,

continui a seguire le indicazioni terapeutiche datele dal suo specialista di riferimento ma per noi è impossibile darle una risposta corretta e mirata da questa postazione; purtroppo situazioni cliniche complesse e particolari, come la sua, richiedono sempre un primo passo decisivo e fondamentale, cioè una visita clinica diretta; senza questa noi, da questa angolazione, nulla le possiamo dire di preciso e mirato.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente, quando è possibile, anche una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista attività privata
Specialista in Urologia
Specialista in Andrologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Rene e vie urinarie

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa