Sospetta esofagite

15 aprile 2013

Sospetta esofagite




10 aprile 2013

Sospetta esofagite

Buongiorno sono una ragazza di 25 anni vorrei un consulto medico su quello che mi sta accadendo. Tre giorni fa mi sono svegliata con un bozzo nella gola in centro che mi dava problemi a deglutire e anche una sensazione di soffocamento e dolore a toccarlo, il dottore mi ha dato del cortisone per 10 giorni, dopo 2 giorni il bozzo si è sgonfiato ma il dolore si è fatto molto acuto in tutto l'esofago e faccio fatica a ingoiare e quando il cibo scende ho come la sensazione di aver ingoiato chiodi. Premesso che io ho sempre sofferto di gastriti e appena nata mi hanno diagnosticato il piloro spasmo che l'ho avuto fino ad 1 anno. Adesso vorrei sapere se mi devo preoccupare, se è una cosa gastrica o altro e quali esami potrei fare. Grazie per l'aiuto, arrivederci.

Risposta del 12 aprile 2013

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Raramente consiglio a delle persone così giovani come lei di fare una gastroscopia, ma nel suo caso credo sia necessaria, perchè se si tratta di una Esofagite da reflusso, come penso, va curata e non trascurata.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)
Risposta del 13 aprile 2013

Risposta a cura di:
Dott. FRANCESCO COMPIERCHIO


MA VISTI I TEMPI PER UNAPRENOTAZIONE E LA SOFFERENZA INDOTTA DALLA SOSPETTA Esofagite DA REFLUSSO INIZIARE UN TRATTAMENTO SINTOMATICO CON ANTIACIDI E SUCRALFATO NON SAREBBE PIU'OPPRTUNO?

Dott. Francesco Compierchio
Medicina Territoriale
Risposta del 13 aprile 2013

Risposta a cura di:
Dott. MAURIZIO QUATRINI


Dato che il quadro clinico - acuto - che ha determinato la terapia con steroidi così protratta sembra si sia mai presentato prima, consiglio
a) rapida risoluzione dell'attuale q. clinico, magari indotto dagli steroidi con amtiacidi di superficie e magari anche antisecretivi
b) riconsiderazione del problema a benessere raggiunto, con gli opportuni accertamenti diagnostici, magari anche l'esame endoscopico.
MQ

Dott. Maurizio Quatrini
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Medicina interna
Milano (MI)
Risposta del 15 aprile 2013

Risposta a cura di:
Dott. GIANCARLO MANCABELLI


PPI TEST E
A SEGUIRE ACCERTAMENTI DIAGNOSTICI PER UNA DIAGNOSI CORRETTA.

Dott. Giancarlo Mancabelli
Medicina generale convenz.
Specialista in Chirurgia generale
CREMONA (CR)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa