Steatosi e sindrome metabolica da psicofarmaci

17 marzo 2016

Steatosi e sindrome metabolica da psicofarmaci




12 marzo 2016

Steatosi e sindrome metabolica da psicofarmaci

38 anni. Premetto che da sempre, tutti gli anni, controllo ferritina e transaminasi, che sono sempre state nella norma. A partire dal giugno 2015, a seguito di forte terapia antidepressiva, ingrasso di 15 chili (BMI= 30). Ferritina e GPT aumentano (fino a 760 l'una, fino a 60 l'altra). All'eco epat. risulta steatosi. Sideremia e transferrina nella norma. L'epatologo mi diagnostica una sindrome metabolica (iperferritinemia giudicata effetto dello stato infiammatorio connesso). Da gennaio comincio a perdere peso. In un mese circa 8 chili (dai 101 iniziali). Dopo un mese di dieta ipocalorica, ripeto le analisi e, con mia sorpresa, le GPT anziché diminuire sono arrivate a 90. GOT, Gamma-Gt e fosfatasi alc. nella norma. Perchè nonostante la parziale perdita di peso le GPT dopo un mese sono ancora aumentate? Sono molto spaventato. Speravo in un almeno minimo miglioramento. L'epatologo dice che non c'è nulla di preoccupante. Ma la steatosi non dovrebbe essersi ridotta con la parziale perdita di peso? Grazie.

Risposta del 17 marzo 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Sono d'accordo con l'epatologo. Non si deve preoccupare per queste minime oscillazioni della GPT. Il suo fegato è ancora un po'sofferente per la steatosi, che non è così facile da eliminare. Il miglioramento verrà, ma occorre del tempo.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Fegato

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Fegato sotto attacco virale
02 agosto 2020
Notizie e aggiornamenti
Fegato sotto attacco virale
Qual è il tuo rapporto con le bevande alcoliche?
27 luglio 2020
Quiz e test della salute
Qual è il tuo rapporto con le bevande alcoliche?
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato
07 dicembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa