Tenormin??

18 ottobre 2005

Tenormin??




15 ottobre 2005

Tenormin??

Buonasera, desidero chiedere ulteriori informazioni in merito al caso di mio marito già sottopostovi qualche tempo fa. 51 anni, sportivo non agonista, lamenta frequenti crisi di aritmie e cardiopalmo (così dichiarano i vari ricoveri in PS) che gli portano la pressione arteriore durante l'attacco fino a 230/120 e 140/130 battiti al minuto per circa 3/4 minuti finchè non assume Lexotan gocce o En gocce e pratica un po' di training autogeno. (non assume nessun altro farmaco) Queste crisi vanno avanti dal 1998 (dopo la morte del papà e un incidente del fratello a poca distanza uno dall'altro) e si manifestano in modo del tutto imprevisto specialmente nel pomeriggio o prima di andare a letto senza preavviso o cause esterne scatenanti. A volte la crisi si preavvisa con giornate "storte" : mancanza di lucidità mentale, stanchezza, difficoltà (a volte) nella vista. E' stato sottoposto a suo termpo a tutta una serie di esami che hanno escluso cause fisiche (tutti gli dicevano che non ha niente), ha risolto per un periodo il problema con l'omeopatiama ora il problema si è ripresentato molto più accentuato e con crisi più ravvicinate. A questo punto siamo partiti con una nuova serie di esami fatti circa uan settimana fa presso una clinica privata: è stato sottoposto a tutti gli esami per il sistema endocrino per escludere problemi tireoidei e surrenalici (tutto negativo) parecchi esami del cuore : ecocardiogramma color Doppler, monitoraggio holter, test da sforzo, esami del sangue e urinari quali: emocromo, glicemia, azotemia, sodiemia, creatinina, potassiemia, sideremia, trigliceridemia, colesterolo con HDL, lDL, VES, uricemia, proteina C reattiva, bilirubinemia, transaminasi, Gamma GT, protidogramma, TAS, CPK, LDH e VMA urinario, catecolamine ematiche ed urinarie, esame urine, ecografia addominale con attenzione alle logge surrenaliche. Di tutto questo, oltre al colesterolo a 236 con Hdl nella norma, risulta una leggera densità biliare (no calcoli). Negli esami strumentali eseguiti risultano sporadici ectopie atriali complesse talora sintomatiche e rarissimi battiti ectopici ventricolari con test ergometrico comprensivo di rari battiti ectopici ventricolari dx, negativo per angor. Lo studio ecocardiografio morfofunzionale è relativo a una lieve ipertrofia eccentrica del ventricolo sx e ad una lieve dilatazione atriale sx. Tengo a precisare che durante la notte il battito cardiaco misurato con l'holter va da 45 a 50 battiti al minuto. Il consiglio del cardiologo interpellato è di assumere Tenormin 100 (1/4 - 1/2 compressa al mattino) ma il medico curante e un altro medico che lo conosce bene, vista la predisposizione alla bradicardia notturna, sono dubbiosi. Gradirei avere una Vostra opinione in merito se possibile specificando che tipo di farmaco è il Tenormin e i suoi effetti collaterali. Grazie infinite e saluti. Catia

Risposta del 18 ottobre 2005

Risposta a cura di:
Dott. DARIO IERNA


Credo sia opportuno che concordino il trattamento il suo medico curante ed il suo cardiologo di fiducia magari scegliendo insieme un farmaco che non interferisce sulla frequenza cardiaca. In bocca al lupo

Dott. Dario Ierna
Specialista in Medicina interna
CATANIA (CT)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube