Test di psicometria

29 dicembre 2006

Test di psicometria




27 dicembre 2006

Test di psicometria

Salve, -anni 52- Per una mia realizzazione, con il consenso del mio psichiatra (soffro di depressione), all’Università degli Studi – Dipartimento di Neuroscienze Oftalmologia e Genetica – Sez. Psichiatria – Centro di Psicometria- Università di Genova – “ SAN MARTINO “ mi sono sottoposto a dei test. Precisamente al TEST M. M. P. I. (forma abbreviata), dove vengono indicati “vedi fogli allegati” : un diagramma cartesiano (?) e il test RORSCHACH dove risultano varie abbreviazioni ( R=16; T=7’; TM= 26” ; G= 11 e così via). Il sunto sarebbe: G% =71; D% = 29; Ban%= 37; F+%= 80; A%= 31; Anat%= 18; T. R. I. (K. C. ) =2:3, 5 extratensivo; n. 2 immagini riflesse; n. 1 perseverazione Arrivando alle conclusioni: L’interpretazione dello psicogramma evidenzia i seguenti elementi: -intelligenza presente ma con alcuni aspetti di inibizione ( F+ % adeguato, H= 2; K=2, Ban% aumentato, perseverazione); -affettività labile e scarsamente strutturata (T. R. I. ); -presenza di tratti ipocondriaci(Anat%) e narcisisti(due immagini riflesse); -contatto umano presente (H= 2) ma con qualche tratto di rigidità ( una risposta maschera). Questo è tutto; e, quando ho portato questo referto al Prof. , dove mi sono appoggiato, mi ha risposto che è evidente che soffro di depressione. Diciamo che sono andato con le mie gambe, al reparto di Psico, proprio per questa depressione. Diciamo anche sono in terapia da circa otto mesi ( Tofranil 25mg – 1 compressa ore 8 /16 / 21; Xanax 0, 50mg – 1 compressa 8 / 16 / 21 ) iniziata prima dei test. Tutto per questo solo per confermare che sono depresso!!!!! Ma se ero andato io alla sez di Psichiatria per dirlo…………. Ma non so, datemi Voi una chiave di lettura. Sicuramente avranno casi più gravi, non lo metto in dubbio, tanto da sottovalutare il mio, oppure la terapia non và bene! Grazie d. B. Genova 26/12/2006

Risposta del 29 dicembre 2006

Risposta a cura di:
Dott. GASPARE PALMIERI


i test che lei ha fatto servono soprattutto a studiare la sua personalità, cioè il suo carattere. non sono così fondamentali. è ben più importante il parere del clinico che le ha fatto il colloquio e impostato la terapia. non starei a pensare più di tanto ai test. se la terapia che fa non la aiuta, ne riparli con il professore.

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)

Ultime risposte di Mente e cervello




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa