Tia o ictus

04 novembre 2006

Tia o ictus




01 novembre 2006

Tia o ictus

Salve ho 46 anni il 9 settembre ho avuto un emiparesi destra con pressione arteriosa 200/110. La diagnosi finale è ictus con vasculopatia multifocale. L esito della risonanza:Lesione ictale ischemica in fase subacuta a sede parietale periventricolare sinistra, multipli focolai lacunari nella sostanza bianca sottocorticale sopratentoriale. Ho recuperato totalmente, prendo cardioaspirina cotareeg concor norvasc. Ho paura possa ripetersi nonostante stia sotto controllo cardiologico. saluti i. L.

Risposta del 04 novembre 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


In parole povere: ictus dal latino significa colpo, per cui sta a indicare l'esordio improvviso di una patologia cerebrale che puo' essere ischemica o emorragica. TIA sono le iniziali delle parole in inglese Transitorio Ischemico Attacco e sta a significare l'esordio di un sintomo cerebrale come una afasia e/o una emiparesi che si risolvono in un arco di tempo molto breve.
Il rischio di nuovi episodi ictali di tipo ischemico ovviamente c'è, ma la prevenzione in questi casi è abbastanza valida, ovvero è necessario assumere farmaci antiaggreganti, eseguire controlli cardiovascolari, mantenere la pressione arteriosa a livelli medi ecc. Il Suo medico è una figura importante per consigliarLa e seguirLa clinicamente.
Cordialità ed auguri

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa