Alla scoperta dell'idromele

15 maggio 2021

Alla scoperta dell'idromele


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

I colori dell'idromele


I colori dell'idromele - Compendio per la produzione casalinga di idromeli, melomeli e braggot


L'idromele è la bevanda alcolica prodotta dalla fermentazione del miele ed è considerato il più antico fermentato al mondo.

Marco Parrini, il massimo esperto di idromele in Italia, ha da poco pubblicato "I colori dell'idromele - Compendio per la produzione casalinga di idromeli, melomeli e braggot", una guida pratica e completa per realizzare un ottimo idromele fatto in casa.

Il libro ripercorre la storia dell'idromele, dalle origini fino al rinnovato interesse degli ultimi anni, ne descrive le varie tipologie e mostra come prepararlo con chiare indicazioni passo passo, corredate da trucchi, segreti e approfondimenti per ottenere sempre un prodotto di elevata qualità. Completano il libro numerose ricette tratte dall'esperienza pluriennale dell'autore.

In questa intervista Marco Parrini ci spiega come è nata la sua passione e perché l'idromele si sta diffondendo così tanto, seppur a piccoli passi, anche in Italia.

Come nasce l'idea di dedicare un libro a questa bevanda?

Nasce da una esigenza: fornire del materiale sull'idromele anche in lingua italiana. Io stesso ho studiato e preso appunti per le mie sperimentazioni senza avere dei testi di riferimento scritti nella nostra lingua. Ma adesso, chiunque potrà approfondire le proprie conoscenze e la propria passione con una guida completa, la prima in assoluto nel nostro Paese.

Quali sono i vantaggi dalla produzione in casa dell'idromele?

L'idromele è un fermentato estremamente facile da fare in piccoli batch di 5-10 litri facilmente replicabili. Ma sono convinto che replicherete difficilmente: sono infinite, infatti, le possibilità e le prospettive che vi si apriranno.

Il suo libro è ricco di ricette, frutto - immagino - di lunga sperimentazione. Quale consiglia a un neofita?

Se parliamo di un neofita delle fermentazioni tout court, suggerisco (considerato che va di moda) il braggot. La ricetta è davvero semplice. Altrimenti il primo semplice idromele al miele di arancio.

Per saperne di più, clicca qui

Occorre avere particolari competenze o conoscenze per produrre l'idromele in casa?

Solo tanta passione e un po' di fantasia.

Come è nato il suo interesse per l'idromele?

Venendo dal mondo della fermentazione della birra, mi sono avvicinato al mondo dell'idromele principalmente perché volevo creare un fermentato in un'occasione particolare: la nascita di mio figlio. Volevo un fermento che potesse durare molto più a lungo nel tempo ed evolversi negli anni. Così ho trovato nell'idromele.

Oggi quanto è diffuso e conosciuto? Come mai è sempre più noto e attira sempre maggiore interesse?

Oggi in Italia è ancora poco diffuso, ma la sua conoscenza si diffonde sempre di più. Nel resto del mondo è diffusissimo, in svariate forme.

Perché?

Forse perché è un prodotto in cui si può dar spazio a tutta la nostra fantasia senza limiti e perché è veramente semplice produrne batch di qualità accettabile.

Vuoi saperne di più?

Nel libro di Marco Parrini "I colori dell'idromele" troverai:
  • la storia dell'idromele
  • la descrizione delle varie tipologie
  • le indicazioni, chiare e passo passo, su come prepararlo in casa
  • trucchi, segreti e approfondimenti per ottenere un prodotto di elevata qualità
  • numerose ricette tratte dall'esperienza pluriennale dell'autore

Tags:

Salute oggi:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Insetti come alimenti, approvata la vendita del verme della farina
Alimentazione
05 giugno 2021
Notizie e aggiornamenti
Insetti come alimenti, approvata la vendita del verme della farina
Obesità: un problema tutto italiano
Alimentazione
13 maggio 2021
Notizie e aggiornamenti
Obesità: un problema tutto italiano
Reflusso gastroesofageo, benefici da fico d'india e olivo
Alimentazione
09 maggio 2021
Notizie e aggiornamenti
Reflusso gastroesofageo, benefici da fico d'india e olivo