Alzheimer: il ferro è uno dei responsabili della malattia

29 agosto 2013
News

Alzheimer: il ferro è uno dei responsabili della malattia


cervello alzheimer ferro metallo

Alzheimer: i metalli sono sempre più sul banco degli imputati per i loro effetti pro-infiammatori sul cervello. Lo conferma uno studio dell'Università di Los Angeles (Ucla), e pubblicato sul Journal of Alzheimer Disease. I ricercatori americani hanno appurato che il ferro tende ad accumularsi nell'ippocampo, in presenza della malattia, e non in altre aree del cervello. E proprio l'ippocampo è la regione collegata alla memoria e all'apprendimento.

Il team ha anche scoperto che i livelli di ferro registrati sono collegati ai segni della gravità della malattia, traendo la conclusione che proprio il metallo, introdotto con l'alimentazione, potrebbe interferire con preziose vie di comunicazione biochimica tra i neuroni accelerando il progresso dell'Alzheimer.

Un recente studio dell'Università di Rochester aveva segnalato lo stesso pericolo, ma collegato al rame. Quindi è vero che contro l'Alzheimer e l'invecchiamento del cervello bisogna arruolare ogni mezzo (tenere la mente costantemente al lavoro, evitare fumo, alcol, sale e troppi grassi nell'alimentazione, aiutarsi con gli antiossidanti naturali di frutta, caffè, cannella, cacao e olio extravergine d'oliva) ma anche i geni giocano un ruolo nelle predisposizione alla malattia provocata da proteine tossiche che si accumulano nel cervello e soffocano i neuroni, causando i difetti di memoria e spaziali tipici della malattia.




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube