OMS: tra zero e cinque anni, più movimento, più sonno, meno tablet e tv

21 maggio 2019

News

OMS: tra zero e cinque anni, più movimento, più sonno, meno tablet e tv



I bambini sotto i cinque anni devono trascorrere meno tempo seduti a guardare gli schermi, devono dormire meglio e avere più tempo per giocare se vogliono crescere sani. È questo il messaggio lanciato dall'Oms nelle nuove 'Linee guida sull'attività fisica, comportamento sedentario e sonno per i bambini sotto i 5 anni', che suggeriscono per diverse fasce d'età quanto tempo deve essere dedicato all'attività fisica, quanto al sonno, quanto concesso al massimo davanti ad uno schermo.

Poco sonno, troppo sedentarietà


Le nuove linee guida sono state elaborate da un gruppo di esperti dell'OMS che hanno valutato gli effetti sui bambini piccoli di un sonno inadeguato e del tempo trascorso seduti a guardare schermi o seduti su seggioloni e passeggini. Inoltre sono state anche esaminati i benefici di un aumento dei livelli di attività fisica.
Il mancato rispetto delle attuali raccomandazioni sull'attività fisica è responsabile di oltre 5 milioni di morti a livello globale ogni anno in tutte le fasce d'età. Attualmente, oltre il 23% degli adulti e l'80% degli adolescenti non sono sufficientemente attivi fisicamente.

Lo schema giornaliero


L'Oms rileva come "lo schema dell'attività complessiva nelle 24 ore è fondamentale: sostituire il tempo prolungato davanti allo schermo con un gioco più attivo o sedentario, assicurandosi che i bambini piccoli ricevano abbastanza sonno di buona qualità. Il tempo sedentario di qualità trascorso in attività interattive non basate sullo schermo con un caregiver, come lettura, narrazione, canto e puzzle, è molto importante per lo sviluppo del bambino".

Per quanto riguarda il tempo concesso da trascorrere davanti ad uno schermo, nelle linee guida è indicato:

  • da zero a due anni, divieto assoluto di restare fermi davanti a uno schermo;
  • dai due ai quattro anni i bimbi non più di 60 minuti a guardare passivamente lo schermo televisivo o di altro genere, come cellulari e tablet. Meno è meglio.

Come attività sedentarie consigliate insieme ad un adulto care-giver possono includere: leggere, cantare, raccontare storie, colorare, girare con le costruzioni, ritagliare, fare puzzle.

Per quanto riguarda l'attività fisica:

  • fino a un anno di età: attività fisica diverse volte al giorno, compresa mezz'ora in posizione prona;
  • bambini da uno e due anni: almeno tre ore di attività fisica giornaliera;
  • tra i due i quattro anni di età: almeno tre ore di attività fisica giornaliera, di cui almeno una di forte intensità.

Infine il sonno, le raccomandazioni degli esperti indicano:

  • fino a un anno di età: 14-17 ore di sonno totale al giorno ai neonati, compresi i pisolini;
  • da uno a due anni: 11-14 ore di sonno totale, con pisolino. Importante la regolarità di orario sia nell'addormentarsi sia del risveglio.
  • tra i due i quattro anni di età: 10-13 ore di sonno totale.


Fonte: Ministero della Salute


Commenti

Vedi anche:


Ultimi articoli