Come fa a riposare la neomamma? I consigli del dottor Alberto Ferrando

25 gennaio 2020

News

Come fa a riposare la neomamma? I consigli del dottor Alberto Ferrando


  • Seguire gli stessi orari del bambino. Cercare di riposare quando il bimbo è addormentato.
  • Non cercare di fare lavori di casa durante il sonno del piccolo.
  • Cercare di organizzare preventivamente i pasti della famiglia con l'aiuto di qualche familiare o di persona amica.
  • Praticare attività motoria. Fare lunghe passeggiate con il bambino.
  • Chiedere aiuto alle persone vicine per gestire le chiamate del piccino al fine di recuperare le energie nel più breve tempo possibile.
  • Invitare educatamente amici e famigliari a non invadere la propria casa per vedere il bambino.
  • Consumare pasti leggeri ed evitare il consumo di alcolici e di sostanze eccitanti (cioccolata, tè, caffè e alcune bevande energetiche).
  • Spegnere il telefono di casa e il cellulare e, almeno nei primi tempi, cercare di seguire i ritmi del bambino e del proprio corpo senza guardare l'orologio.
  • Se possibile cercare di allungare il sonno del bambino, utilizzando rituali della buonanotte e facendolo uscire molto all'aria aperta.
  • Dare al sonno la priorità assoluta; momenti di frequenti risvegli sono destinati a passare.
  • Fare attenzione ai segnali di malessere che si possono provare dopo il parto dovuti anche a una prolungata deprivazione di sonno notturno e diurno.

Promemoria per la mamma


Cercate di non abusare delle vostre energie e approfittate delle occasioni che vi si presenteranno per poter recuperare il sonno quando il bambino riposa.
Stabilite delle priorità: la principale per vostro figlio è avere una mamma serena e riposata e non sicuramente una casa in ordine perfetto o una mamma master chef.
Per questi compiti richiedete l'appoggio dei famigliari e del papà e, soprattutto, nel momento in cui si presentino alcuni sintomi quali sonnolenza diurna, irritabilità, depressione, dovete correre ai ripari, non temete di chiedere aiuto in famiglia e al vostro pediatra o ad altra figura sanitaria (medico curante, ginecologo, ostetrica o altra persona di riferimento).

Il sonno della mamma


La nascita di un bambino è un momento bellissimo per mamma e papà. Inutile, però, nascondere che oltre ai momenti più belli può essere un momento difficile se il bambino non dorme. Durante le prime settimana di vita, infatti, i neonati dormono certamente tanto ma tendenzialmente non superano mai le 4 ore di sonno consecutive mentre alcuni fanno intervalli più brevi, interrompendo il sonno della mamma.
La mamma finisce così con l'adattarsi - o col provare a farlo - ai ritmi e alle necessità del bebè. Il risveglio del bambino che piange disperato, la paura della mamma, almeno nei primi mesi, che il bimbo non stia bene possono comportare una deprivazione cronica del sonno con conseguenze sul suo stato di salute.
Per stare bene, sentirsi in forma per se stessa e per accudire il bambino è necessario avere un numero adeguato di ore di sonno. Ognuno ha le sue esigenze in materia di sonno e deve saper riconoscere e ascoltare i segnali che manda il proprio corpo.

Dottor Alberto Ferrando, pediatra, presidente Associazione pediatri liguri
Fonte: Il libro della nanna - Cosa sapere e cosa fare per il sonno felice del tuo bambino



Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube