Influenza particolarmente aggressiva: continua la campagna vaccinale

21 gennaio 2015
News

Influenza particolarmente aggressiva: continua la campagna vaccinale



La raccomandazione viene direttamente dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin: «Quest'anno l'influenza stagionale si sta rivelando più aggressiva ed è dunque opportuno prolungare i termini della campagna vaccinale». L'indicazione arriva anche a fronte dei dati dell'Istituto superiore di sanità (Iss) che segnalano un aumento dei casi nelle ultime settimane, per un numero complessivo di italiani costretti a letto dai virus stagionali che ha superato quota 1,3 milioni.

In attesa del picco di casi, previsto per metà febbraio, il consiglio è quello di vaccinarsi senza cadere «nella psicosi antivaccini: ricordatevi che l'anno scorso in Italia sono morte 8.000 persone per complicanze legate appunto all'influenza».

Intanto, i casi continuano ad aumentare: nell'ultima settimana, tra il 5 e l'11 gennaio, rileva l'Iss, il livello dell'incidenza totale è stato pari a 5,77 casi per mille assistiti, con 350mila casi complessivi. I più colpiti continuano a rimanere i bambini sotto i 5 anni, ma i dati mostrano un brusco aumento, quasi un raddoppio, negli adulti.

A livello regionale, Marche, Veneto, Campania ed Emilia Romagna sono le regioni maggiormente colpite. Secondo l'Iss, il livello di incidenza dell'attuale stagione è comunque simile a quello osservato nelle precedenti stagioni influenzali, in modo particolare nella stagione 2012-2013.

Le osservazioni delle Istituzioni sono legate ai timori provocati dalle notizie sul vaccino Fluad, poi fugate dai controlli delle autorità sanitarie, che hanno portato a «un calo del 15 per cento dei pazienti vaccinati».

Per dare chiarimenti utili sull' influenza e rispondere ai dubbi più frequenti sui vaccini, Dica33 ha intervistato un esperto in materia: Aurelio Sessa, Medico di medicina generale a Varese. Clicca qui per visualizzare il video.




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube