Effetti di una dieta ricca in nitrati sulla prestazione fisica

02 settembre 2016
Aggiornamenti e focus

Effetti di una dieta ricca in nitrati sulla prestazione fisica


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

Diversi studi hanno messo in luce come la supplementazione di NO3- , attraverso integratori o una dieta specifica, riduca il fabbisogno di ossigeno durante un esercizio fisico di moderata intensità e ne migliori la tolleranza, almeno nei soggetti sedentari o poco attivi. La maggior parte degli studi hanno utilizzato succo di barbabietola o nitrato di sodio come supplemento e vi è la mancanza di dati sui potenziali benefici ergogenici di un maggiore apporto di nitrati nella dieta ricca semplicemente di frutta e verdura. Per questo un team di ricerca italiano ha deciso di arruolare soggetti sani maschi in uno studio randomizzato cross- over con l'obiettivo di verificare se l'ingestione di cibi ricchi di nitrati possa aumentare i livelli plasmatici di nitrati o la concentrazione di nitriti e migliorare la prestazione atletica, attraverso un aumento della biodisponibilità di ossido nitrico. In particolare, questo tipo di intervento nutrizionale determina la riduzione della domanda di energia durante l'attività fisica di moderata intensità, potenziando il lavoro muscolare durante contrazioni affaticanti submassimali intermittenti, e migliorando le prestazioni in ripetuti test di sprint. Altro risultato raggiunto: la massima forza isometrica o potenza di picco non sono state modificate.

Diverse le limitazioni dello studio, attribuibili soprattutto alla concentrazione di 8,2 mmol/giorno di NO3-, dose efficace negli studi precedenti ma molto lontana dalla reale possibilità alimentare, visto che l'assunzione di nitrati media stimata nelle popolazioni statunitensi ed europee non supera gli 1- 2 mmol/giorno; inoltre il campione analizzato era esiguo e mancano indagini sui possibili effetti negativi. Infine, anche se i due interventi differivano per assunzione di nitrati, non di può escludere la possibilità che altri composti alimentari siano stati responsabili dei cambiamenti nelle prestazioni. Pur con le dovute precauzioni viste le dimensioni esigue del campione analizzato, questi risultati suggeriscono che una dieta ricca di nitrati potrebbe essere una strategia fattibile ed efficace per migliorare la prestazione atletica ma non vi sono dati sufficienti per riconsiderare le raccomandazioni dietetiche fin qui assodate.

Tags:

Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Reflusso gastroesofageo, benefici da fico d'india e olivo
Alimentazione
09 maggio 2021
Notizie e aggiornamenti
Reflusso gastroesofageo, benefici da fico d'india e olivo
Proprietà antipertensive del tè verde e del tè nero
Alimentazione
24 aprile 2021
Notizie e aggiornamenti
Proprietà antipertensive del tè verde e del tè nero
La dieta anticellulite incomincia davanti ai fornelli (e in giovane età)
Alimentazione
17 aprile 2021
Notizie e aggiornamenti
La dieta anticellulite incomincia davanti ai fornelli (e in giovane età)