Se la memoria se ne va in fretta

25 marzo 2010
News

Se la memoria se ne va in fretta


Attenzione al buon funzionamento della memoria e dell'elaborazione del pensiero: se si deteriorano rapidamente è probabile che possano rappresentare i primi sintomi di una leggera diminuzione delle capacità cognitive, che però rappresenta lo stadio precedente la malattia di Alzheimer. "Bisogna prestare attenzione a questi segnali, prima che la malattia vera e propria sia diagnosticata" avverte Robert S. Wilson, dell'Università di Chicago, Stati Uniti, autore di uno studio pubblicato dalla rivista Neurology. Lo studio, denominato Chicago Health and Aging Project, ha sottoposto per undici anni a un test sulla memoria 1158 persone anziane, con un'età media di 79 anni, di cui 614 senza problemi di memoria, 395 con una leggera diminuzione delle capacità cognitive e altre 149 con Alzheimer, in maggior parte di grado moderato. In quelle con leggera diminuzione delle capacità cognitive i test segnalano che per ogni anno che passa declino della memoria avviene al doppio della velocità rispetto ai soggetti sani, mentre in quelle con Alzheimer il declino è addirittura quattro volte più veloce.


Neurology 2010;74:951-955




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube