Incidenti domestici, più vittime tra le donne

11 maggio 2010

News

Incidenti domestici, più vittime tra le donne


Il 66% degli incidenti domestici ha per vittima una donna. A rivelarlo è l'Istituto superiore per la prevenzione e la sicurezza del lavoro (Ispesl) in un'indagine presentata in occasione del "mammaday", la giornata promossa da Donneuropee-Federcasalinghe per celebrare il ruolo della donna nella famiglia. «Gli infortuni in casa» ha ricordato Umberto Sacerdote, direttore generale dell'Ispesl, che con Inail e ministero delle Infrastrutture sostiene l'iniziativa «rappresentano ormai uno dei maggiori problemi di sanità pubblica in Europa, in termini di mortalità e di costo sociosanitario». Le più colpite ovviamente le casalinghe, vittime del 35% degli incidenti domestici. «Nonostante il riconoscimento dello status di lavoratrici accordato dalla Corte Costituzionale e dalla Cassazione» ha rammentato ancora Sacerdote «le casalinghe continuano a non avere alcuna assistenza previdenziale né assicurativa». In occasione del "mammaday", Donneuropee-Federcasalinghe ha anche presentato il Numero rosa, servizio gratuito disponibile 24 ore su 24 al quale rispondono psicologi e operatori sociali.



Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube