Con antistaminici si rischia aumento di peso

03 settembre 2010
News

Con antistaminici si rischia aumento di peso


La probabilità di essere in soprappeso od obesi è maggiore in chi fa uso costante di farmaci antistaminici rispetto a chi non assume terapie per combattere le allergie; le motivazioni di questo incremento ponderale restano però ancora da dimostrare dal punto di vista scientifico. È questo quanto emerge da uno studio condotto da ricercatori della Yale university di New Haven, nel Connecticut, e i cui risultati sono stati pubblicati nel mese di agosto sulla rivista Obesity. La ricerca ha coinvolto 867 adulti americani, dei quali 268 erano consumatori abituali di antistaminici e 599 no. Al momento del reclutamento, in tutti i partecipanti allo studio sono stati valutati peso corporeo, altezza, concentrazione insulinica, glucosio nel sangue e valori del colesterolo. Mentre per questi tre ultimi parametri non sono state registrate differenze significative, per quanto riguarda il peso è emerso che il 45 per cento di chi assumeva assiduamente antistaminici era in soprappeso od obeso a fronte di un 30 per cento nel gruppo che non prendeva farmaci contro le allergie. Il risultato, di per sé, è estremamente significativo. «Quello che però non siamo stati in grado di accertare è il legame tra eccesso ponderale e assunzione di antistaminici», commenta Joseph Ratliff, lo psichiatra che ha coordinato la ricerca.

Obesity, online 12 agosto 2010




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube