Giornata mondiale per tutelare le ossa fragili

20 ottobre 2010

News

Giornata mondiale per tutelare le ossa fragili


Si celebra oggi la Giornata mondiale contro l'osteoporosi, manifestazione ufficialmente riconosciuta dall'Organizzazione mondiale della sanità, che coinvolge oltre 80 Paesi e giunta quest'anno alla 15.ma edizione. Si tratta di un'occasione per porre l'attenzione su una malattia cronica, spesso definita silenziosa per quanto subdola si riveli nelle sue manifestazioni cliniche e che colpisce una donna su tre dopo i 50 anni e un uomo su otto dopo i 60. «Oggi abbiamo la possibilità di effettuare con efficacia una diagnosi precoce e di avere a disposizione terapie efficaci per ridurre il rischio di fratture» afferma Maria Luisa Bianchi, segretario generale della Lega italiana osteoporosi. «Il nostro compito fondamentale, però, è quello di lavorare per la prevenzione della malattia, costruendo fin da giovani un osso sano e robusto attraverso un'alimentazione ricca di calcio e una moderata ma regolare attività fisica». Il pericolo più grosso sono le fratture che colpiscono soprattutto le donne. Le più temute sono quelle al femore (90 mila all'anno), alle vertebre (250.000/anno) e ad altre ossa lunghe, che colpiscono dopo i 50 anni una donna su quattro e un uomo su otto.


Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube