Miopia

09 agosto 2020

Miopia: cause, sintomi e cure


Indice


Definizione


Miopia: definizione e generalità


Difetto refrattivo dell'occhio che impedisce una visione nitida degli oggetti lontani. Può riguardare entrambi gli occhi in misura eguale o marcatamente differente (anisometropia). Nella miopia la messa a fuoco dei raggi luminosi che entrano dalla pupilla non avviene esattamente sulla retina, ma davanti a questa. In pratica, l'occhio si presenta più lungo di quanto dovrebbe essere per consentire una corretta messa a fuoco sulla retina e, quindi, una visione nitida.

Cause


Miopia: cause principali


La causa di questo fenomeno è genetica, anche se è probabile la partecipazione di fattori ambientali. La miopia si manifesta solitamente durante l'infanzia e può progredire fino ai 25-30 anni per poi, generalmente, arrestarsi. Esiste una chiara familiarità.

Sintomi

Miopia: sintomi più comuni


L'unico sintomo avvertito dal miope è la difficoltà a distinguere oggetti lontani con sufficiente chiarezza, accompagnata dalla tendenza a socchiudere gli occhi per migliorare la messa a fuoco, fenomeno che si accentua in condizioni di poca luce. Non è raro che il bambino si accorga del difetto solo in età scolare, per l'impossibilità di leggere alla lavagna. Infatti, la miopia, aumentando progressivamente, può passare inosservata per molto tempo. In caso di marcate differenze di visione fra i due occhi, l'occhio che presenta il difetto tenderà ad essere escluso dal cervello e può essere virtualmente perso.

Diagnosi

Miopia: come efftuare la diagnosi


La valutazione del deficit visivo si realizza attraverso l'esame optometrico eseguito dall'oculista o dall'optometrista, attraverso l'uso di test di acuità visiva e di valutazione automatica della rifrazione (autorefrattometria).

Cure

Miopia: cure e rimedi


La correzione del difetto visivo viene ottenuto con occhiali o lenti a contatto. È possibile anche ricorrere a trattamenti con laser (LASIK, PRK), che rimodellano la cornea al davanti della pupilla, in modo da renderla adatta a focalizzare i raggi luminosi sulla retina. Questi interventi vanno eseguiti solo dopo che il difetto visivo si è stabilizzato, al raggiungimento della maturità.

Cure complementari

In passato sono stati proposti esercizi di ginnastica oculare per la riduzione del deficit visivo, ma senza esisti provati.

Alimentazione

Cattive abitudini alimentari, con scarso apporto di calcio, vitamine e minerali, possono favorire la progressione della miopia. Il succo di mirtillo è utile alla salute dell'occhio.




Patologie e sintomi:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube