Antepsin

30 marzo 2020

Antepsin




Antepsin è un farmaco a base di sucralfato, appartenente al gruppo terapeutico Antiulcera. E' commercializzato in Italia da Laboratori Baldacci S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Antepsin (sucralfato) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Antepsin (sucralfato) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Antepsin (sucralfato) e perchè si usa


Ulcera gastrica, ulcera duodenale, gastrite acuta, gastriti croniche sintomatiche, gastropatie da FANS (antinfiammatori non steroidei), esofagite da reflusso.



Come usare Antepsin (sucralfato): posologia, dosi e modo d'uso


1 bustina di polvere orale da 2g due volte al giorno, salvo diversa prescrizione medica.

Antepsin 2 g polvere orale deve essere assunto a stomaco vuoto, disciolto in poca acqua.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Antepsin (sucralfato)


Ipersensibilità verso i componenti.

Il sucralfato non deve essere somministrato a neonati prematuri.

La presenza di aspartame rende controindicato l'uso di Antepsin 2 g polvere orale nella fenilchetonuria.

Generalmente controindicato in gravidanza (vedere anche “Gravidanza ed allattamento“).



Antepsin (sucralfato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Sebbene gli studi condotti negli animali non abbiano messo in evidenza effetti teratogeni ed embriotossici del sucralfato, tuttavia, in mancanza di dati clinici sulla sicurezza d'uso del farmaco durante la gravidanza e l'allattamento, l'impiego di Antepsin 2 g polvere orale in queste condizioni dovrà essere attentamente valutato da parte del medico e riservato solo ai casi di effettiva necessità.



Quali sono gli effetti collaterali di Antepsin (sucralfato)


L'impiego prolungato del prodotto può causare talvolta stitichezza. Altri effetti meno comunemente riportati sono: disturbi gastrointestinali (diarrea, secchezza delle fauci, flatulenza, nausea, vomito, pesantezza di stomaco), eruzione cutanea, prurito, vertigine, insonnia, cefalea, dolori lombari.

Sono stati segnalati casi di reazioni di ipersensibilità quali orticaria, angioedema, difficoltà respiratoria e rinite..

Sono stati riportati casi molto rari di formazione di bezoario (vedi sez. “Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso“).



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Emorroidi
16 gennaio 2020
Patologie mediche
Emorroidi
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube