Chinoplus

15 gennaio 2021

Chinoplus


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Chinoplus (prulifloxacina)


Chinoplus è un farmaco a base di prulifloxacina, appartenente al gruppo terapeutico Antibatterici chinolonici. E' commercializzato in Italia da SPA Società Prodotti Antibiotici S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Chinoplus disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Chinoplus disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Chinoplus e perchè si usa


Chinoplus è indicato per il trattamento di infezioni sostenute da ceppi sensibili, nelle seguenti patologie:
  • infezioni acute non complicate delle basse vie urinarie (cistite semplice);
  • infezioni complicate delle basse vie urinarie;
  • esacerbazione acuta della bronchite cronica;
  • rinosinusite batterica acuta.
Nella cistite semplice, nella esacerbazione acuta della bronchite cronica e nella rinosinusite batterica acuta, Chinoplus deve essere usato soltanto quando l'uso di altri antibatterici comunemente raccomandati per il trattamento di queste infezioni sia considerato inadeguato.

La rinosinusite batterica acuta deve essere adeguatamente diagnosticata in accordo alle linee guida nazionali o locali sul trattamento delle infezioni respiratorie. Per il trattamento della rinosinusite batterica, Chinoplus deve essere usato solo in pazienti nei quali la durata dei sintomi sia inferiore a 4 settimane.

Nel trattamento di pazienti con malattie infettive, si deve tener conto delle caratteristiche locali relative alla sensibilità agli antibiotici.

Prestare attenzione alle linee guida ufficiali sull'uso corretto degli agenti antibatterici.

Indicazioni: come usare Chinoplus, posologia, dosi e modo d'uso


Posologia

La posologia indicativa per gli adulti è la seguente:
  • pazienti con infezioni acute non complicate delle basse vie urinarie (cistite semplice): è sufficiente una sola compressa da 600 mg.
  • pazienti con infezioni complicate delle basse vie urinarie: una compressa da 600 mg una volta al giorno fino ad un massimo di 10 giorni di trattamento.
  • pazienti con esacerbazione acuta della bronchite: una compressa da 600 mg una volta al giorno fino ad un massimo di 10 giorni di trattamento.
  • pazienti con rinosinusite batterica acuta: una compressa da 600 mg una volta al giorno fino ad un massimo di 10 giorni di trattamento.
In caso di infezioni complicate delle basse vie urinarie ed esacerbazione acuta della bronchite cronica, la durata del trattamento dipende dalla gravità della malattia e dal decorso clinico del paziente e deve comunque proseguire per almeno 48-72 ore dalla remissione/scomparsa dei sintomi.

Popolazione pediatrica

Chinoplus non deve essere usato nei bambini e negli adolescenti di età inferiore a 18 anni a causa di problematiche di sicurezza (vedere paragrafi 4.3 e 5.3).

Modo di somministrazione

Le compresse di Chinoplus devono essere deglutite con acqua e devono essere somministrate tenendo conto dell'assunzione di cibo (vedere Paragrafo 4.5).

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Chinoplus


  • Ipersensibilità alla prulifloxacina, ad altri antibatterici chinolonici o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
  • Bambini prima dell'età puberale o ragazzi al di sotto dei 18 anni con incompleto sviluppo scheletrico.
  • Pazienti con anamnesi di affezioni tendinee correlate alla somministrazione di chinoloni.
  • Gravidanza e allattamento (vedere paragrafo 4.6).

Chinoplus può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Non sono disponibili dati clinici relativi all'impiego di prulifloxacina durante la gravidanza accertata.

Studi sugli animali non hanno indicato teratogenicità. Altri effetti tossici sulla riproduzione sono stati rilevati soltanto in caso di tossicità materna (vedere paragrafo 5.3).

Allattamento

Nel ratto, si è osservato che la prulifloxacina attraversa la barriera placentare e passa in gran quantità nel latte materno. Come per altri chinoloni, è stato dimostrato che prulifloxacina determina artropatie negli animali giovani, e pertanto il suo uso durante la gravidanza e l'allattamento è controindicato.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa