Curoxim

20 giugno 2021

Curoxim


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Curoxim (cefuroxima sodica)


Curoxim è un farmaco a base di cefuroxima sodica, appartenente al gruppo terapeutico Antibatterici cefalosporinici. E' commercializzato in Italia da GlaxoSmithKline S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Curoxim disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Curoxim disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Curoxim e perchè si usa


Curoxim è indicato per il trattamento delle infezioni di seguito riportate negli adulti e nei bambini compresi i neonati (dalla nascita) (vedere paragrafi 4.4 e 5.1).
  • Polmonite acquisita in comunità
  • Riacutizzazioni acute di bronchite cronica
  • Infezioni complicate del tratto urinario inclusa pielonefrite
  • Infezioni dei tessuti molli: cellulite, erisipela e infezioni delle ferite
  • Infezioni intra-addominali (vedere paragrafo 4.4)
  • Profilassi contro le infezioni nella chirurgia gastrointestinale (inclusa quella esofagea), ortopedica, cardiovascolare e ginecologica (incluso il taglio cesareo)
Nel trattamento e nella prevenzione di infezioni nelle quali è molto probabile che siano riscontrati microrganismi anaerobici, cefuroxima deve essere somministrata con ulteriori agenti antibatterici appropriati.

Occorre prendere in considerazione le linee guida ufficiali sull'uso appropriato degli agenti antibatterici.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Curoxim


Ipersensibilità a cefuroxima o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Pazienti con nota ipersensibilità agli antibiotici della classe cefalosporine.

Anamnesi di ipersensibilità grave (ad esempio reazione anafilattica) a qualsiasi altro tipo di antibiotico beta-lattamico (penicillina, monobattami e carbapenemi).

Curoxim può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Vi sono quantità limitate di dati sull'uso di cefuroxima nelle donne in gravidanza. Studi negli animali non hanno evidenziato alcuna tossicità riproduttiva (vedere paragrafo 5.3). Curoxim deve essere prescritto a donne in gravidanza solo se il beneficio supera il rischio.

Cefuroxima ha dimostrato di attraversare la placenta e raggiungere livelli terapeutici nel liquido amniotico e nel sangue del cordone ombelicale dopo somministrazione della dose intramuscolare o endovenosa alla madre.

Allattamento

Cefuroxima è escreta nel latte materno in piccole quantità. Non ci si attendono reazioni avverse alle dosi terapeutiche anche se un rischio di diarrea e di infezioni fungine delle mucose non può essere escluso. Una decisione deve essere presa se sospendere l'allattamento al seno o cessare/astenersi dalla terapia con cefuroxima tenendo in considerazione il beneficio dell'allattamento al seno per il bambino ed il beneficio della terapia per la madre.

Fertilità

Non vi sono dati sugli effetti di cefuroxima sodica sulla fertilità nell'uomo. Studi sulla riproduzione negli animali non hanno mostrato alcun effetto sulla fertilità.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Covid, perdita di gusto e olfatto anche dopo un anno
Malattie infettive
20 giugno 2021
Speciale Coronavirus
Covid, perdita di gusto e olfatto anche dopo un anno
Covid-19, vaccini: secondo Siaaic sono sicuri per i malati autoimmuni
Malattie infettive
15 giugno 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, vaccini: secondo Siaaic sono sicuri per i malati autoimmuni
Covid-19, Green pass europeo: le indicazioni
Malattie infettive
14 giugno 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, Green pass europeo: le indicazioni