Alprazolam Eurogenerici 20 compresse 0,5 mg

Ultimo aggiornamento: 03 luglio 2018
Farmaci - Alprazolam Eurogenerici

Alprazolam Eurogenerici 20 compresse 0,5 mg




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

EG S.p.A.

MARCHIO

Alprazolam Eurogenerici

CONFEZIONE

20 compresse 0,5 mg

PRINCIPIO ATTIVO
alprazolam

FORMA FARMACEUTICA
compressa

GRUPPO TERAPEUTICO
Ansiolitici benzodiazepinici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
3,70 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Alprazolam Eurogenerici 20 compresse 0,5 mg

nel trattamento dei disturbi d'ansia. Alprazolam Eurogenerici è anche efficace nel trattamento del disturbo da attacchi di panico con o senza evitamento fobico. È anche indicato per bloccare o attenuare gli attacchi di panico e le fobie nei pazienti affetti da agorafobia con attacchi di panico. Le benzodiazepine sono indicate soltanto quando il disturbo è grave, disabilitante o sottopone il soggetto a grave disagio


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Alprazolam Eurogenerici 20 compresse 0,5 mg

miastenia gravis. Ipersensibilità al farmaco. Grave insufficienza respiratoria. Grave insufficienza epatica. Sindrome da apnea notturna. L'alprazolam è, inoltre, controindicato nei pazienti affetti da glaucoma acuto ad angolo chiuso. II prodotto può essere usato nei pazienti con glaucoma ad angolo aperto che ricevono una terapia appropriata. Non somministrare ai bambini, nel primo trimestre di gravidanza e durante l'allattamento


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Alprazolam Eurogenerici 20 compresse 0,5 mg

l'assunzione concomitante di alcol va evitata. L'effetto sedativo può essere aumentato quando il medicinale è assunto congiuntamente all'alcol. Ciò influenza negativamente la capacità di guidare o di usare macchinari. Associazione con farmaci che deprimono il SNC: l'effetto depressivo centrale può aumentare nei casi di uso concomitante di antipsicotici (neurolettici), ipnotici, ansiolitici/sedativi, antidepressivi, narcotici analgesici, antiepilettici, anestetici e antistaminici sedativi. Nel caso di narcotici analgesici può verificarsi un aumento dell'effetto euforizzante del narcotico con aumento della dipendenza psichica. Composti che inibiscono determinati enzimi epatici (specialmente il citocromo P450) possono aumentare l'attività delle benzodiazepine. In minor grado, questo si applica anche alle benzodiazepine metabolizzate soltanto per coniugazione. Le concentrazioni plasmatiche allo steady state di imipramina e desipramina aumentano rispettivamente del 31% e del 20% a seguito di somministrazione concomitante di alprazolam in dosi fino a 4 mg/die. Sono state descritte interazioni cinetiche tra le benzodiazepine ed altri farmaci. Per es. la clearance dell'alprazolam e di alcune altre benzodiazepine può essere diminuita dalla somministrazione concomitante di cimetidina o antibiotici macrolidi. II significato clinico di questi effetti non è stato definito


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Alprazolam Eurogenerici 20 compresse 0,5 mg

iI dosaggio ottimale dell'alprazolam va individualizzato a seconda della gravità dei sintomi e della risposta soggettiva del paziente. Le indicazioni posologiche riportate di seguito coprono le esigenze della maggior parte dei pazienti. Qualora fosse necessario un dosaggio più elevato le dosi vanno aumentate gradualmente per evitare rischi di effetti collaterali. In questi casi è consigliabile aumentare prima la dose serale di quella diurna. In generale i pazienti mai trattati con psicofarmaci richiedono dosi minori rispetto a quei pazienti precedentemente trattati con ansiolitici o sedativi, antidepressivi, ipnotici o a pazienti alcolisti cronici. Si consiglia di usare sempre la dose più bassa per evitare il rischio di sedazione residua o atassia. In caso di effetti collaterali che compaiono alla somministrazione iniziale si consiglia di diminuire il dosaggio. II trattamento deve essere il più breve possibile. Bisogna seguire il paziente con regolarità valutando attentamente la necessità di continuare il trattamento, in modo particolare quando il paziente diventa asintomatico


PATOLOGIE ASSOCIATE







Potrebbe interessarti
L'esperto risponde