Celluvisc 10 mg/ml collirio, soluzione 30 flaconcini monodose da 0,4 ml

26 luglio 2021
Farmaci - Celluvisc

Celluvisc 10 mg/ml collirio, soluzione 30 flaconcini monodose da 0,4 ml


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Celluvisc 10 mg/ml collirio, soluzione 30 flaconcini monodose da 0,4 ml è un medicinale di automedicazione (classe C), a base di carmellosa sodica, appartenente al gruppo terapeutico Decongestionanti, lubrificanti oculari. E' commercializzato in Italia da Allergan S.p.A.


INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE AIC:

Allergan S.p.A.

MARCHIO

Celluvisc

CONFEZIONE

10 mg/ml collirio, soluzione 30 flaconcini monodose da 0,4 ml

FORMA FARMACEUTICA
collirio

PRINCIPIO ATTIVO
carmellosa sodica

GRUPPO TERAPEUTICO
Decongestionanti, lubrificanti oculari

CLASSE
C

RICETTA
medicinale di automedicazione

PREZZO
21,00 €


CONFEZIONI DISPONIBILI IN COMMERCIO


Confezioni e formulazioni di Celluvisc disponibili in commercio:


FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (PDF)


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)


Foglietto illustrativo Celluvisc »

N.B. Alcuni PDF potrebbero non essere disponibili


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Celluvisc? Perchè si usa?


Trattamento sintomatico delle secchezze oculari dovute ad alterazioni della stabilità del film lacrimale.


CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Celluvisc?


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO


Cosa serve sapere prima di prendere Celluvisc?


Solo per uso esterno. L'uso, specie prolungato, dei medicinali per uso topico può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione (ad esempio, irritazioni, dolore, arrossamenti, modifica della vista). In tal caso o se la condizione peggiora, interrompere il trattamento e consultare il medico.

Poiché CELLUVISC 10 mg/ml collirio, soluzione è una preparazione sterile, al fine di evitare la contaminazione o una possibile lesione dell'occhio, la punta del flaconcino monodose non deve toccare né l'occhio, né venire a contatto con altra superficie. Il medicinale, una volta aperto, non deve essere riutilizzato.

Prima di ogni applicazione, rimuovere le lenti a contatto e riapplicarle nuovamente dopo 15 minuti.


INTERAZIONI


Quali farmaci, principi attivi o alimenti possono interagire con l'effetto di Celluvisc?


Non sono state osservate interazioni con altri medicinali.

CELLUVISC 10 mg/ml collirio, soluzione può prolungare il tempo di contatto di medicinali topici comunemente usati in oftalmologia.

In caso di trattamento concomitante con altre medicazioni oculari, si devono aspettare 5 minuti prima d'instillare CELLUVISC 10 mg/ml collirio, soluzione.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Celluvisc? Dosi e modo d'uso


Instillare 1-2 gocce del prodotto direttamente nel sacco congiuntivale.

Popolazione pediatrica

La sicurezza e l'efficacia di CELLUVISC 10 mg/ml collirio, soluzione nei pazienti pediatrici non è stata ancora stabilita.

Pazienti anziani

Non sono state osservate differenze significative correlate all'età, pertanto non è necessario modificare la dose nei pazienti anziani.


SOVRADOSAGGIO


Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Celluvisc?


Non sono disponibili dati sul sovradosaggio a causa dello scarso assorbimento sistemico. Accidentali sovradosaggi non determinano alcun rischio.


EFFETTI INDESIDERATI


Quali sono gli effetti collaterali di Celluvisc?


Le reazioni avverse osservate con CELLUVISC 10 mg/ml collirio, soluzione, documentate dagli studi clinici, sono classificate per sistemi e organi ed elencate di seguito come:

Molto comune (≥1/10); Comune (≥1/100, <1/10); Non comune (≥1/1000, <1/100); Raro (≥1/10000, <1/1000); Molto raro (<1/10000) e Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).

Patologie dell'occhio:

Comune: irritazione oculare incluso bruciore e disagio

Dati Post-marketing:

Sono state riportate le seguenti reazioni avverse da quando CELLUVISC 10 mg/ml collirio, soluzione è commercializzato; la frequenza è Non nota in quanto non può essere definita sulla base dei dati disponibili:

Disturbi del Sistema Immunitario:

Ipersensibilità, inclusa allergia oculare con sintomi di gonfiore oculare o di edema palpebrale.

Patologie dell'occhio:

Secrezione oculare, dolore oculare, prurito oculare, croste e/o residuo di medicinale sul margine palpebrale, sensazione di corpo estraneo negli occhi, iperemia oculare, visione offuscata e/o disabilità visiva, aumentata lacrimazione dell'occhio.

Traumatismo, avvelenamento e complicazioni da procedura:

Lesione superficiale dell'occhio (derivante dalla punta del flaconcino che tocca l'occhio durante la somministrazione) e/o abrasione corneale.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo https://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.


GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


E' possibile prendere Celluvisc durante la gravidanza e l'allattamento?


Non sono stati condotti specifici studi clinici sull'uso di CELLUVISC 10 mg/ml collirio, soluzione in gravidanza e allattamento. Tuttavia, studi non clinici non hanno evidenziato effetti dannosi in gravidanza.

A causa dello scarso assorbimento sistemico è improbabile che CELLUVISC 10 mg/ml collirio, soluzione venga escreto nel latte materno.


GUIDA DI VEICOLI E USO DI MACCHINARI


Effetti di Celluvisc sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari


Subito dopo l'instillazione possono verificarsi transitori appannamenti della vista che possono compromettere la capacità di guidare veicoli o di utilizzare macchinari. Evitare di porsi alla guida di autoveicoli o di utilizzare macchinari se la visione non è chiara.


PRINCIPIO ATTIVO


CELLUVISC 10 mg/ml

1 ml contiene 10 mg di Carmellosa sodica

1 goccia (~ 0,05 ml) contiene 0,5 mg di Carmellosa sodica

Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.


ECCIPIENTI


Sodio cloruro, sodio lattato, potassio cloruro, calcio cloruro diidrato, acqua purificata.


SCADENZA E CONSERVAZIONE


Scadenza: 24 mesi

Tenere i flaconcini monodose nella bustina e riporre la bustina nella scatola per proteggere il medicinale dalla luce e dall'umidità.

Non conservare a temperatura superiore ai 25°C


NATURA E CONTENUTO DEL CONTENITORE


30 flaconcini monodose da 0,4 ml ciascuno forniti in 3 bustine, ciascuna contenente 2 strip da 5 flaconcini monodose.


PATOLOGIE CORRELATE


Data ultimo aggiornamento: 20/07/2021

Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Variante Delta, ecco le 10 regole da seguire
Malattie infettive
22 luglio 2021
Speciale Coronavirus
Variante Delta, ecco le 10 regole da seguire
Covid-19, intelligenza artificiale, un aiuto alla ricerca
Malattie infettive
15 luglio 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, intelligenza artificiale, un aiuto alla ricerca
Covid-19, varianti Delta in aumento e arriva Epsilon
Malattie infettive
15 luglio 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, varianti Delta in aumento e arriva Epsilon