Maalox Plus

21 gennaio 2020

Maalox Plus




Maalox Plus è un farmaco a base di magnesio idrossido + algeldrato + dimeticone, appartenente al gruppo terapeutico Antiacidi. E' commercializzato in Italia da Sanofi S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Maalox Plus (magnesio idrossido + algeldrato + dimeticone) disponibili


Seleziona una delle seguenti confezioni di Maalox Plus (magnesio idrossido + algeldrato + dimeticone) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Maalox Plus (magnesio idrossido + algeldrato + dimeticone) e perchè si usa


Trattamento sintomatico dell'iperacidità (inclusi bruciore e dolore) anche in caso di esofagiti, e dell'iperacidità quando accompagnata da dispepsia.

Trattamento sintomatico del gonfiore gastro-intestinale quando accompagnato da iperacidità.



Come usare Maalox Plus (magnesio idrossido + algeldrato + dimeticone): posologia, dosi e modo d'uso


Posologia

Ingerire 2-4 cucchiaini di sospensione orale 4 volte al giorno, 20-60 minuti dopo i pasti e prima di coricarsi. Può essere diluito in acqua o latte.

Non superare la dose massima indicata di 16 cucchiaini.

Popolazione pediatrica

MAALOX PLUS è controindicato nei bambini e negli adolescenti al di sotto dei 18 anni di età (vedere paragrafo 4.3).

Modo di somministrazione

Per uso orale.

Agitare bene prima dell'uso.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Maalox Plus (magnesio idrossido + algeldrato + dimeticone)


Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Pazienti affetti da porfiria (vedere paragrafo 4.4).

Forme gravi di insufficienza renale (clearance della creatinina inferiore a 30 mL/min) (vedere paragrafo 4.4).

Controindicato in età pediatrica (vedere paragrafo 4.2).

Stato di cachessia.



Maalox Plus (magnesio idrossido + algeldrato + dimeticone) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Il medicinale deve essere usato solo in caso di necessità, sotto il diretto controllo del medico, dopo aver valutato il beneficio atteso per la madre in rapporto al possibile rischio per il feto o per il lattante.

Allattamento

In seguito al limitato assorbimento materno quando assunto secondo il regime posologico indicato (vedere paragrafo 4.2), l'alluminio idrossido e le sue combinazioni con sali di magnesio sono considerati compatibili con l'allattamento.



Quali sono gli effetti collaterali di Maalox Plus (magnesio idrossido + algeldrato + dimeticone)


La frequenza degli effetti indesiderati di seguito riportati è definita utilizzando le seguenti convenzioni:

comune (≥1/100, <1/10); non comune (≥1/1.000, <1/100); raro (≥1/10.000, <1/1.000); molto raro (<1/10.000); non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).

Disturbi del sistema immunitario:

Frequenza non nota: angioedema, reazioni anafilattiche, reazioni di ipersensibilità, orticaria, prurito.

Patologie gastrointestinali:

Non comune: diarrea o stipsi (vedere paragrafo 4.4).

Disturbi del metabolismo e della nutrizione:

Frequenza non nota: ipermagnesiemia, iperalluminemia, ipofosfatemia, durante l'uso prolungato o ad alte dosi o anche a dosi normali del medicinale in pazienti con diete povere di fosforo o in bambini (da 0 a 24 mesi), che può causare un aumento del riassorbimento osseo, ipercalciuria, osteomalacia (vedere paragrafo 4.4).

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo http://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.



Maalox Plus (magnesio idrossido + algeldrato + dimeticone) è utilizzato per la cura delle seguenti patologie:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube