Minovital

03 marzo 2021

Minovital


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Minovital (minoxidil)


Minovital è un farmaco a base di minoxidil, appartenente al gruppo terapeutico Dermatologici. E' commercializzato in Italia da Laboratorio Terapeutico M.R. S.r.l.

Confezioni e formulazioni di Minovital disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Minovital disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Minovital e perchè si usa


MINOVITAL 20 mg/ml soluzione cutanea, è indicato nel trattamento sintomatico dell'alopecia androgenica.

Non è stata appurata l'efficacia del MINOVITAL nelle seguenti forme: alopecia congenita localizzata o generalizzata, alopecia cicatriziale di varia natura (post traumatica, di origine psichica o infettiva); alopecia acuta diffusa da sostanze tossiche, da medicamenti in cui la ricrescita di capelli sia condizionata dalla soppressione della causa specifica; area celsi.

Indicazioni: come usare Minovital, posologia, dosi e modo d'uso


Solo per uso esterno.

Usare MINOVITAL solo seguendo le istruzioni.

Una dose di 1 ml (20 gocce) di MINOVITAL deve essere applicata due volte al giorno sul cuoio capelluto, iniziando dal centro della zona affetta.

La dose è indipendente dalle dimensioni dell'area da trattare. La dose totale giornaliera non deve superare i 2 ml.

Dopo aver applicato MINOVITAL, lavarsi le mani con cura.

Applicare MINOVITAL solo su capelli e cuoio capelluto completamente asciutti.

Non applicare MINOVITAL in altre aree del corpo.

Non utilizzare asciugatori per capelli per facilitare l'asciugatura di MINOVITAL, dato che questo sistema potrebbe diminuire l'effetto del prodotto. L'esperienza clinica maturata con MINOVITAL indica che possono essere necessarie applicazioni bi giornaliere della durata di 3 - 4 mesi prima che vi siano evidenti segni di crescita dei capelli. L'inizio di tali segni e la loro intensità variano da paziente a paziente. In tutti i casi il medico dovrà valutare l'opportunità di sospendere il trattamento se entro detto periodo non si osservi alcun risultato terapeutico.

La ricaduta allo stato di pre-trattamento, a seguito della sospensione della terapia, si verifica entro 3- 4 mesi.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Minovital


MINOVITAL è controindicato nei pazienti con anamnesi di ipersensibilità al minoxidil, al glicole propilenico o all'etanolo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

MINOVITAL non deve essere impiegato in presenza di coronaropatie, aritmie, scompenso cardiaco congestizio o valvulopatie.

Di fronte ad altri disturbi cardiovascolari, l'impiego del MINOVITAL è subordinato al giudizio del medico.

Minovital può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gli effetti di MINOVITAL usato in gravidanza non sono conosciuti.

Minoxidil somministrato per via sistemica viene escreto nel latte materno.

MINOVITAL non deve essere utilizzato in donne in gravidanza o in allattamento.

Quali sono gli effetti indesiderati di Minovital


Gli effetti indesiderati più frequentemente verificatisi durante gli studi clinici con il MINOVITAL sono rappresentati da reazioni dermatologiche minori. L'effetto indesiderato più frequente è stato l'irritazione locale, consistente in desquamazione, eritemi, dermatite, cute secca, ipertricosi (in aree diverse da quelle trattate), sensazione di bruciore e rash. Altri effetti indesiderati, verificatisi non frequentemente, comprendevano: reazioni allergiche (sensibilizzazione, orticaria, eritema generalizzato ed edema facciale), vertigini, formicolii, cefalea, debolezza, neurite, edema, irritazione agli occhi, alterazione del gusto, infezione delle orecchie (particolarmente otite esterna) e disturbi visivi. Effetti collaterali raramente verificatisi comprendevano anormalità del capello, dolori al petto, variazioni della pressione sanguigna, variazioni della frequenza cardiaca, epatite e calcoli renali.

Reazioni allergiche, incluso l'angioedema - frequenza non nota

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa